Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

 Decollatura è un paese montano esteso 50,35 Kmq collocato, per buona parte della sua superficie, su un altopiano alle pendici orientali del monte Reventino, nel punto in cui inizia la vallata del fiume Grande, lungo il confine settentrionale della Provincia di Catanzaro. Il suo territorio è situato tra 700 e 800 metri sul livello del mare, nella zona che viene indicata come Presila, a circa 20 Km da Lamezia Terme. Il pianoro centrale dove si trova l’abitato è circondato da una corona di monti; da Nord Ovest troviamo la Serra Alta, il Reventino, il Monte Sacramento, il Monte Zingari ed il Monte Castelluzzo, la Cona del Corvo, il Monte Palombara ed il Monte Battaglia. Il terreno, costituito per lo più da graniti molto fratturati e scisti facilita l’emersione delle acque profonde in innumerevoli sorgenti. Le varie fonti disseminate sul territorio confluiscono in diversi Fossi che attraversano le diverse piccole valli che hanno formato e si uniscono al Fiume Grande, che a sua volta si congiunge al Fiume Amato nel Piano di Santa Margherita nello stesso Comune di Decollatura. Anche il Fiume Amato ha origine con il nome di Galice di Stocco nei pressi della frazione Adami.

La caratteristica principale del territorio decollaturese è la ricchezza di verde. I boschi di faggio e le pinete delle zone più alte lasciano il posto a castagneti e querceti scendendo e quindi a pioppi e campi coltivati nelle aree più pianeggianti. Decollatura è famosa per la qualità eccellente della sua produzione di patate che però negli ultimi anni ha avuto un brusco decremento per essere sostituita da ortaggi di diverso genere. Sono da ricordare anche i prodotti del bosco come le castagne e i profumatissimi funghi. La produzione artigianale più largamente riconosciuta e apprezzata è la “soppressata di Decollatura”, un insaccato prodotto artigianalmente con la carne di maiale, sale e salsa di peperone dolce rosso, quindi affumicato. Le temperature abbastanza rigide invernali sono un ottimo ingrediente per la stagionatura di questo prodotto d’eccellenza, mentre l’altitudine e la ricchezza di vegetazione permettono di avere un clima estivo fresco che da sempre rappresenta il maggior motivo di attrazione turistica.

Il Comune conta circa 3500 residenti e non ha un vero e proprio nucleo; è formato da quattro frazioni principali, S. Bernardo, Casenove, Cerrisi e Adami, e numerose altre più piccole. I centri delle varie frazioni sono spesso anche molto distanti tra loro perché sono nati ognuno intorno ad una propria Chiesa, gli abitati invece tendono sempre più ad unirsi perché nel tempo le nuove costruzioni sono state realizzate lungo le strade di collegamento tra un borgo e l’altro. Un elemento che distingue e caratterizza in maniera unica le costruzioni di Decollatura è il “rapillu”, un rivestimento realizzato all’esterno della muratura di pietrame con piccole pietre piatte (scisti) spigolose poste l’una sopra l’altra molto vicine e legate con calce. La loro posizione leggermente pendente verso l’esterno costituiva una valida protezione per la muratura dagli agenti atmosferici.

I vari centri sono collegati, oltre che da numerose strade, anche dalla linea ferroviaria a scartamento ridotto delle Ferrovie della Calabria che attraversa tutto il territorio, si ferma in quattro diverse stazioni, e collega Decollatura a Catanzaro e a Cosenza. Gli autobus invece garantiscono i collegamenti con Lamezia Terme.