Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

E' possibile ridisegnare la geografia degli istituti scolastici riguardo gli accorpamenti previsti dalla Legge "Gelmini"?
A Decollatura i numeri sono cambiati rispetto a Serrastretta... E ora cosa accadrà?
Il problema se lo sono posti in tanti e di seguito riportiamo la lettera di un nostro gentile lettore, ma anche genitore interessato alla vicenda...



“E’ dal primo settembre 2009 che l’Istituto Comprensivo “M. Pane” di Decollatura ha perso la sua autonomia ed è stato “accorpato” all’Istituto Comprensivo di Serrastretta.
Questo in seguito ad una legge dello Stato detta del “Dimensionamento Scolastico” che prevede l’unione di Istituti con meno di trecento alunni, e che quello con il maggior numero di unità “accorpi” quello che ne ha di meno.
Secondo i dati presentati lo scorso anno, Serrastretta superava Decollatura per pochi alunni e quindi è risultato l’Istituto accorpante. Ma, secondo gli ultimi dati e come si può vedere dalla seguente tabella, le cose sono cambiate a favore di Decollatura.

(dati aggiornati a Gennaio 2010)

ALUNNI
COMUNE SCUOLE TOTALE
INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA
PRIMO GRADO
SERRASTRETTA 66 104 95 265
DECOLLATURA 77 119 82 278
TOTALE 143 223 177 543


E’ bene ricordare che lo scorso anno in un incontro tenutosi a Catanzaro, tra il Presidente della Provincia, i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, gli insegnanti, i genitori e gli alunni, era stato assicurato che per Decollatura le cose potevano cambiare se cambiavano i numeri. Decollatura poteva diventare autonoma se superava i trecento alunni o quantomeno poteva essere Istituto “accorpante” se il numero complessivo degli alunni fosse stato superiore a quello di Serrastretta.

Perché allora visto gli ultimi dati questo non viene ricordato al Presidente della Provincia ed al neo eletto Presidente della Giunta Regionale Francesco Talarico che l’anno scorso in un dibattito pubblico tenutosi nella sala consiliare del Comune di Decollatura promise di aiutare per quanto poteva la Scuola Decollaturese?”.

Commenti  

# Francesco 19-05-2010 14:03
La cosa assurda è che anche molti genitori che prima hanno lottato per non fare accorpare la "nostra" scuola con quella di Serrastretta, ora non si interessano più della cosa poiché ad esser stati toccati per il momento sono solo gli insegnati! Poi quando a doversi spostare saranno i loro figli che faranno??
Genitori ed Istituzioni datevi una mossa che così non si può più andare avanti...
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 19-05-2010 14:37
Complimenti per l’articolo e per il quesito: la scuola è stata un argomento trattato in altri articoli pubblicati su questo sito con riflessioni su: quale futuro per Decollatura?

La scuola è certamente un obbiettivo importante per il futuro di Decollatura, quindi aver perso la Direzione Didattica non è stato certo un passo avanti per la nostra comunità: sicuramente si sarebbe potuto trovare una soluzione alternativa.
Oggi come rappresentato, i numeri sono cambiati... ma ritornerà la Direzione Didattica a Decollatura?

Perché all’epoca un problema così importante fu sottoposto alla cittadinanza solo a decisione presa? Per salvare, la Direzione Didattica e se si trattava “di numeri”, forse si sarebbe potuto far iscrivere alle nostre scuole anche i nostri genitori, privi di titolo scolastico, come hanno fatto in molti paesi montani del Nord, dove nonni e nipoti si sono seduti negli stessi banchi per evitare di far chiudere o di far accorpare molte scuole disagiate e montane?... di conseguenza in quei luoghi e con quella mentalità “aperta” hanno anche lottato per conservare posti di lavori sia per la classe degli insegnanti che per il personale ausiliario!!!!!

Quello che è successo alla nostra scuola è sotto gli occhi di tutti. Sicuramente vi sono state responsabilità da attribuire a prese di posizioni sbagliate o negligenti dei nostri amministratori.
Ho letto, in alcuni articoli su questo sito, che qualcuno ha fatto elogi sia al sindaco che a qualche politico, liberissimo di averlo fatto, ma non può nascondere l’evidenza, non può mettere la testa sotto la sabbia: ricordo a tal proposito una bella riunione al Comune alla quale ero presente, vennero fatte tante ma tante promesse ma poi??????... risultato finale la Direzione didattica a Serrastretta,

A queste persone rispondo, non con le mie parole, ma linkando un articolo pubblicato sul quotidiano della Calabria del 25 marzo del 2009. pubblicato anche su Decollatura.net (purtroppo all’epoca letto da pochi):
Decollatura conservi l’autonomia (http://www.decollatura.net/notizie/106-decollatura-conservi-lautonomia.html)

Cosa è successo poi? Tante belle parole, tante promesse ma alla fine?
Chi è stato più forte o più furbo ha spinto chi è stato più debole o meno diligente... questa è la politica: non sarebbe stato meglio far prevalere il buon senso, discutere per esempio delle difficoltà del territorio, di quelle logistiche e stradali!!!

Oggi come dice l’articolo i numeri sono cambiati, quindi bisognerebbe far valere le nostre ragioni ma ricambierà il tutto?
Riavrà Decollatura la Direzione Didattica?

La cosa che più mi rattrista è che in questi casi si è parlato e tutto si è deciso sui “numeri”, mentre nessuno ha evidenziato che si parlava ieri, come si parla oggi di una problematica che riguarda direttamente i nostri figli o i nostri nipoti che sono delle persone e non dei numeri e come tali meritano rispetto, dignità e diritto allo studio.
Ma questo è un altro punto di vista!
Rispondi | Rispondi citando
# Filippo 04-06-2010 14:40
Prima di tutto a Decollatura diversi cittadini che adesso parlano per il mancato impegno di quache politico, per questa situazione a cui si fa riferimento, debbono imparare a votare le persone giuste, diversamente rivolgiti a qualche tuo amico politico, cosi' vediamo che riesce o riuscite a concludere;
in secondo luogo nessuno deve lamentarsi poichè nulla è dovuto a nessuno e nessuno a chiesto voti promettendo per questo problema la soluzione.
In secondo luogo non capisco il problema, spero di farmi comprendere: nessuno bambino/ragazzo dovra' andare a Serrastretta a scuola, capisco che forse qualche insegnante, bidello forse dovra' fare qualche km in piu' ma non casca il mondo pensa a chi è disoccupato? pensa a chi non riesce a trovare un lavoro con tutti i diritti pagati? pensa a chi si alza alle 5 di mattino e svolge lavori molto piu' impegnativi e con grossi sacrifici?
Percio' non facciamo retorica siamo nel 2010 apriamo gli occhi, e dobbiamo renderci conto che nel giro di poco tempo a Decollatura Medie ed Elementari saranno nella stessa struttura probabilmente, non c'è nulla di strano, risparmiare vuol dire anche questo.

Filippo Talarico
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 04-06-2010 18:51
Che bel modo di ragionare e poi non lamentiamoci se ci chiamano “capichiatti” “votare le persone giuste”; oggi quindi secondo il suo teorema non si deve votare più per una idea o scegliendo eventualmente fra programmi politici... basta solo scegliere la persona giusta. Poi se questa o queste persone, nel tempo si sono riciclate sotto tante bandiere di partito non vuol dire nulla... hanno solo cambiato “bandiera” ma sono rimaste sempre le persone “giuste di un tempo“ e così hanno conservato anche la loro poltrona!!!

Nella famosa riunione al Comune, proprio il primo cittadino disse pubblicamente di chi era la colpa se Decollatura aveva perso la Direzione Didattica... colpiti e affondati dagli stessi amici. Che bella politica!!!

Perdere la Direzione Didattica comunque significa perdere anche posti di lavoro... persone che avrebbero speso anche a Decollatura, che probabilmente avrebbero potuto anche pensare di investire comprando casa o ristrutturandol a con benefici non solo per gli impiegati o insegnanti.

Inoltre, se serve un documento e credo anche tutte le pratiche burocratiche ognuno le dovrà richiedere a Serrastretta... ma tanto non è importante basta che vadano gli altri !!!

E’ chiaro che se non vi è lavoro, non si costituiscono nuove famiglie e quindi avremmo sempre meno figli da mandare a scuola, pertanto per il bene comune bisognerebbe almeno cercare di non far emigrare quelli che già vi abitano.
Rispondi | Rispondi citando
# Giovanna 12-06-2010 17:06
Caro signor Filippo noi gli occhi li abbiamo aperti e abbiamo potuto constatare che sono persone come lei e il suo modo di ragionare che stanno affossando Decollatura.
Non è vero che nessun bambino andrà a Serrastretta, non subito almeno ma quando le classi di Decollatura non soddisferanno più i parametri delle ultime circolari ministeriali di 29 alunni per classe nella scuola secondaria di primo grado e di 26 nella scuola primaria C.M. n37/2010 per una questione di risparmio, come lei dice, dovranno essere trasferiti nella sede centrale dell,Istituto di Serrastretta, perché non si guarda più al numero di classi ma al numero di alunni per classe.
Quello che non ha capito che il governo centrale sta facendo tutto questo per affossare la scuola pubblica a vantaggio di quella privata dove gli alunni per classe devono essere non più di dieci; peccato che noi comuni mortali non abbiamo la possibilità di mandare i nostri figli alla scuola privata perché i nostri stipendi sono da fame, mentre quelli dei vari ministri sono da favola.

Risparmiare vuol dire anche ridurre gli stipendi dei vari parlamentari, i loro privilegi, che siamo comunque sempre noi a pagare, delle loro auto blu, dei loro segretari dei segretari dei segretari e così via. Sa quanti imboscati ci sono nei vari palazzi della politica italiana? tantissimi.
Allora perché proprio Decollatura deve essere quella che deve risparmiare e sulla pelle dei bambini e dei ragazzi?
Mi complimento con lei per il bene che vuole al suo paese, perché non si presenta come sindaco alle prossime elezioni? Mi creda ha un futuro come politico.
Rispondi | Rispondi citando
# Lucia 12-06-2010 22:22
Come non essere d'accordo con te!
Purtroppo gli ultimi decreti legge (con la speranza che non ne subentrino più! :-) ) porteranno le scuole pubbliche a un bassissimo livello, e addirittura alla chiusura di molti plessi, con molti perdenti posto, con un aumento di sacrifici, per quegli insegnanti, fortunati!, che non saranno tagliati fuori, e con la speranza sempre più remota per gli attuali studenti, futuri insegnanti. E' un aspetto che tra qualche anno mi coinvolgerà in prima persona, essendo questo il mio, ahimè, remoto sbocco lavorativo.
Per quanto concerne la situazione a Decollatura non nascondiamoci dietro a un dito e non indoriamo la pillola, per cercare di placare genitori e fanciulli.. la realtà è che presto, i plessi chiuderanno...e quanti sacrifici questo comporterà per un bimbo decollaturese? Sicuramente solo disagio e nessuna convenienza.. non dimenticando che dovrà essere garantito un servizio efficiente di trasporto, dato che non tutti i bambini avranno la possibilità di essere accompagnati dai rispettivi genitori...
Ed è sicuramente molto triste osservare come ancora una volta la vecchia e mala politica la fa da padrona!!
Rispondi | Rispondi citando
# filippo 04-06-2010 22:38
Forse non sei molto preparato in materia, perdere la Direzione Didattica non implica la perdita del posto di lavoro ma qualche piccolo sacrificio per qualcuno di fare qualche km in piu'.
Spiega ai Decollatuaresi quali sono i programmi politici in cui credere, quello che dici è bello ma non praticabile, ormai tutti noi pensiamo ognuno al proprio orticello, e diffondere pensieri diversi è solo da ipocriti;
per cambiare Decollatura non bisogna soltanto cambiare il Sindaco se è quello che pensi, bisogna che ognuno di noi cambi mentalita', comportamento, lealta' ecc.
Ai vecchi tempi a Decollatura bastava una stretta di mano, tutti erano amici, c'era rispetto adesso ci sono troppe persone che parlano troppo, e per giunta alle spalle, fanno i conti agli altri e tante altre belle cose, questa è adesso Decollatura, pertanto mi auguro e credo anche tu che si cambi il modo di ragionare.
Non foglio fare polemica, mi sono un po' sfogato sentendo almeno l'umore di chi è vicino a me.

Ciao

Filippo Talarico
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 05-06-2010 15:44
Io forse non sarò preparato ma come fai a dire e sostenere che. "...bisogna che ognuno di noi cambi mentalita'..." e poi contestualmente affermare "...diversi cittadini... ...debbono imparare a votare le persone giuste", ma come può esserci un vero cambiamento con questa vecchia logica di fare politica e poi, ma chi sono le persone giuste da votare?
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 07-06-2010 19:46
Rileggendo con calma e con molta attenzione quanto da lei scritto, Sig..… Filippo e cercando di capire “l’italiano” a mio modesto parere trovo quanto affermato molto grave… Sempre dal mio punto di vista!!!

Lei scrive “…quello che dici è bello ma non praticabile, ormai tutti noi pensiamo ognuno al proprio orticello”, questo concetto dell’orticello forse si vede o si è visto nella nostra realtà, ma non vuol dire certo fare buona politica..

Se si gestisse la cosa pubblica per fini personali o per il proprio “orticello”, secondo questo principio così esplicitamente dichiarato, Sig. Filippo si commetterebbe uno dei più gravi reati che si possa compiere nella Pubblica Amministrazione cioè Concussione.

Poi scrive continuando la frase “….orticello, e diffondere pensieri diversi è solo da ipocriti.” Quindi se comprendo bene l’italiano (mi posso sbagliare) lei pensa che chi vuole fare politica deve farla solo per “se” per il proprio “orticello” e non per la collettività e lo sottolinea scrivendo “diffondere pensieri diversi è solo da ipocriti“. Non posso condividere questo modo di pensare perché non posso condividerne la eventuale presunta “concussione” quindi è meglio se resto ipocrita.

Poi scrive “…….bastava una stretta di mano, tutti erano amici, c'era rispetto adesso ci sono troppe persone che parlano troppo”. Sicuramente tra i rapporti privati e fra le persone serie anche oggi come un tempo basta una stretta di mano per definire un contratto verbale che tra l’altro ha anche un valore legale; poi non ho ben capito in che senso dice “la gente parla troppo e alle spalle“ visto che nel nostro dibattito si parla con termini che restano “scritti”.

Vi è una bella differenza nell’amministra re la cosa pubblica rispetto a quella privata.

Le faccio solo un breve esempio: se a un amico presto la mia macchina per fargli fare un viaggio non commetto nessun reato, ma se gli prestassi, avendone la disponibilità, la macchina di proprietà del comune... Caro Filippo… in questo caso commetterei un bel reato penale…., qui sta la differenza tra la gestione e la disponibilità della cosa privata rispetto a quella pubblica…. ed è solo un banale esempio!!!

Spero solo che si sia espresso male, altrimenti sempre a mio modesto avviso, deve essere proprio lei per primo a “cambiare il modo di ragionare”.

Poi per quanto riguarda la scuola e il trasferimento della Direzione Didattica da Decollatura a Serrastretta.. devo dire concludendo che non capisco questo completo silenzio soprattutto dalla parte interessata (insegnanti e personale trasferito).
Rispondi | Rispondi citando
# Giovanna 12-06-2010 17:36
Carissimo signor Francesco non sa quanto mi trova d'accordo con lei, ah se a Decollatura ragionassero tutti così!
Mi sorprende che il signor Filippo parli di sacrifici di persone che partono alle 5 di mattina per il proprio lavoro, e quando molte delle insegnanti che sono oggi a Decollatura partivano presto per raggiungere le zone più sperdute del crotonese o addirittura hanno dovuto lasciare la propria famiglia per andare nelle città del nord, non sono stati anche questi sacrifici?

O forse esistono sacrifici di serie a e sacrifici di serie b?

E i sacrifici che le loro famiglie hanno dovuto fare per dare loro quello che una volta era considerato "il pezzo di carta"?

I concorsi che si sono dovuti superare per ottenere quel posto di lavoro?

Da quello che dice capisco che se avessero avuto gli amici giusti le cose sarebbero andate diversamente Ah che bello poter annoverare tra le proprie amicizie persone importanti che in un modo o nell'altro ti sistemano di sicuro!

Certo ai nostri giorni ragionare così mi fa capire che le vecchie logiche sporche della politica sono più attuali che mai.
Rispondi | Rispondi citando
# Francesco 13-06-2010 04:04
Condivido in pieno, io ho una sorella che è da tanti anni al "nord" poichè nel periodo che è stata nelle graduatorie della provincia di Catanzaro "casualmente" veniva scavalcata dalle chiamate per le supplenze da figli di segretari, presidi, dipendenti o amici di dipendenti del provveditorato. Ora dopo (in ordine) - Diploma di Liceo Linguistico, Laurea in Lingue, Diploma di Scuola Magistrale, Abilitazione Magistrale, Esser passata di Ruolo - non può aspirare ad avvicinarsi alla famiglia perchè non ha le spalle coperte da nessuna amicizia giusta e se riuscirà ad avvicinarsi ci sarà sempre chi avrà vita più facile e meno sacrificata.
Poi giusto per dover di cronaca, lo sapete che la maggior parte degli insegnati su al nord sono di origini del sud, tutti scappano alla ricerca di un posto di lavoro e noi non lottiamo per far rispettare i nostri diritti!!

La scuola a Decollatura è un bene per tutti e sembra quasi che sia stata abbandonata a se stessa dalle istituzioni e dalla popolazione... una mossa ve la date?? qualche ricorso lo potete fare??
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 12-06-2010 18:52
Mi fa piacere c’è chi condivide quanto ho scritto sull’argomento. Mi sono messo proprio dalla parte degli insegnanti o del personale della scuola che ha fatto come dici tu tanti sacrifici per acquisire punteggio, sperando di rientrare un giorno a Decollatura da “titolare”, qualcuno vi è riuscito, ha realizzato questo sogno ed è andato anche in pensione, altri ancora, tanti, sono rimasti e purtroppo resteranno al nord.

Gioire dei problemi degli altri è da sciocchi, perché se si analizzano bene quei problemi, quei tagli, poi in realtà è facile capire che ricadono indirettamente su tutta la cittadinanza, possibile che non si riesce a capire che ogni persona in meno per Decollatura equivale a un pezzo di paese che muore? … eppure è una cosa così evidente.

Al Sig. Filippo, e non sono un tecnico, dico inoltre mi sembra di aver letto che per scorporare le classi forse il numero degli alunni dovrà essere superiore a 30. Se ciò fosse vero sai cosa succederà… pensa a quanti posti si perderanno… quanta gente andrà in pensione senza essere più sostituita e allora tra l’età pensionabile che dovrà salire a 65 anni, anche per le donne, e tutto ciò: quando potranno lavorare nella scuola i nostri figli?
Rispondi | Rispondi citando
# Filippo 12-06-2010 20:25
Rispondo senza presunzione, in risposta a Giovanna sul mio futuro in politica;
alle prossime elezioni la maggioranza sara' composta da 8 consiglieri, se mi candidero' dorma tranquilla che al 100% riesco ad entrare in maggioranza, perchè alla fine se le piaccia o meno contano i voti non le parole.
Pertanto puo' essere che accogliero' il suo invito e mi candidero' non certamente a Sindaco, ma per Consigliere.
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 12-06-2010 21:29
Secondo questa risposta sig. Filippo, la domanda sorge ancora più spontanea se per le scuole superiori vale il comprensorio Soveria Mannelli - Decollatura (Industriale - agraria e Liceo) allora perché per le altre scuole non è prevalso anche, secondo almeno la logica del buon senso lo stesso principio, o è prevalsa la politica di qualche politico sapientone ai danni di Decollatura !!!!!!!.... del resto un nominativo fu fatto dal Sindaco di Decollatura nel corso di quella famosa riunione (affondati dagli stessi amici).

In quella famosa riunione, se non ricordo male, si disse anche che forse le materne sarebbero state accorpate a Carlopoli e le medie a Serrastretta, pensate quale sapienza politica!!! ma soprattutto che cognizione hanno i nostri politici del territorio in cui vivono.

Io non ho più figli piccoli da mandare alle scuole materne o elementari, ma avendoli...., secondo lei, in caso di un eventuale accorpamento basato solo sui numeri, cosa pensa, che da Casenove porterei mio figlio a Serrastretta? non le pare che forse anche da Adami o da Liardi ogni genitore, in una prospettiva futura così pessimistica, sicuramente iscriverà i figli nella più vicina Soveria Manneli invece di portarli a Serrastretta?

Sig. Filippo, si svegli stiamo parlando del futuro dei nostri figli, quindi anche di QUALE FUTURO per DECOLLATURA

Sarà sicuramente un buon consigliere, secondo il suo principio "conoscere i politici giusti" i decollaturesi devono "imparare a saper votare". Abbiamo saputo votare e questi sono i risultati!!!

Visto che già parli di 8 Consiglieri e che sei uno di loro, sai che ti dico, se vuoi pubblica la lista dei candidati e visto che parli di risparmio "insediatevi direttamente al Comune, risparmieremo così almeno i soldi e il tempo per venirvi a votare.
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 12-06-2010 21:42
Comunque replico nuovamente Sig. Filippo , perchè ho dimenticato di aggiungere che non hai minimamente risposto a Giovanna nel concreto .... ossia sul problema SCUOLA!!!! da ciò si vede che potresti essere un "buon politico" sai bene aggirare l'ostacolo.!.
Rispondi | Rispondi citando
# Mauro De Grazia 12-06-2010 22:01
Non mi piace parlare di queste cose nascosto tra la luce di un monitor ma credo che comunque sia giusto capire cosa e chi puo' far bene al comune in futuro... e io francamente senza peccare di presunzione credo che il suo atteggiamento la porterà a un brusco risveglio...
Complimenti al signor Filippo...
contano i voti questo è vero ma non tutte le persone si possono COMPRARE...
Lo rammenti... Se in futuro mi vedrò, per voglia di fare e spirito di cambiamento, candidato a una carica per amministrare la nostra Decollatura spero di averla come "sfidante" per spiegare a tutti che il suo modo di fare, BARBARO, è figlio della visione attuale del comune, una mera S.P.A....
Dorma Tranquillo forse, anzi sicuramente, perderò al 100%... ma almeno una cosa non possono levarmela... la mia COERENZA

MALA TEMPORA CURRUNT...

Con Affetto
Mauro De Grazia
Rispondi | Rispondi citando
# abread 13-06-2010 01:51
Come diceva oggi Tremonti "...non sono i migliori a governare ma quelli che vincono le elezioni...". Purtroppo!
Rispondi | Rispondi citando
# Giovanna 13-06-2010 18:25
Egregio signor Filippo o meglio Egregio Signor consigliere è bello fare i conti senza l'oste; quello che mi ha detto mi fa tremare le gambe fin da oggi. I miei sonni sono tranquilli perchè ho una dignità e credo nei valori della costituzione e della giustizia e credo che i Decollaturesi se la ricordano quando faceva campagna elettorale all'attuale amministrazione e visto come stanno le cose, oggi, a Decollatura non sarei poi così sicuro di essere uno dei consiglieri, a meno che "le persone giuste" non le comprino la poltrona. Ancora una volta devo dire che le amicizie in alto contano più di ogni altra cosa!!
Rispondi | Rispondi citando
# Filippo 14-06-2010 09:14
Per Mauro De Grazia.
Mi spiace che non hai capito il senso del mio pensiero, comprare persone non capisco il senso, sulla tua coerenza non posso risponderti poichè non ti ci conosco bene e non posso dare giudizi.
Per Francesco B.
su quello detto da Giovanna "che non conosco" non rispondo poichè da quello che ha scritto si evince l'invidia e l'odio, pertanto che faccia qualche sacrificio che non muore nessuno.
Per quanto detto da Francesco B. non credo che esista il rischio concreto di portare i nostri figli a Serrastretta, almeno lo spero e, comunque a breve vedremo se la Provincia di Catanzaro intervenga su questo problema poichè la competenza è della Provincia.
Rispondi | Rispondi citando
# Giovanna 15-06-2010 19:12
Caro signor Filippo voglio solo dirle che nel mio modo di essere parole come invidia e odio non esistono.
A me dispiace che persone di Decollatura tengano così poco al loro paese a vantaggio di paesi limitrofi. Io non posso essere invidiosa perchè ho un posto di lavoro che ho guadagnato con sacrifici e rimanendo sui libri per oltre 20 anni, ho superato parecchi concorsi e se a tutt'oggi sono stimata sul mio posto di lavoro perchè faccio il mio dovere con serietà e professionalità .
Quello che ho, il mio stipendio me lo faccio bastare, il superfluo non è necessario. Quello che dici sul dimensionamento è vero che è competenza della provincia ma la regione deve comunque ratificare le linee guida e secondo me non lo deve fare con leggerezza ma con cognizione di causa dicendo anche di no a quelle province che hanno agito solo dietro l'impulso del politico di turno più potente; non devono forse salvaguardare gli interessi di tutti i cittadini o esistono elettori di serie A e di serie B?
Certo potrai dire ma tutto questo è successo Con il Consiglio regionale uscente e credimi io ho anche litigato con Cersosimo, a maggior ragione il nuovo consiglio regionale se vuole dare una parvenza di novità dovrebbe rivedere un poco le cose.
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 15-06-2010 21:02
Signor. Filippo si legga attentamente quanto ha scritto Giovanna su come si sono formate le classi della "scuola media di Decollatura" in risposta a Giammaria e speri !!!,
Credo che Le abbia fornito una valida risposta migliore della mia e non faccia il solito scarica barile delle competenze.
Altro che lamentele di qualche insegnante per qualche km in più... il problema riguarda come ho già scritto all'inizio direttamente i nostri figli o nipoti che " sono delle persone e non dei numeri e come tali meritano rispetto, dignità e diritto allo studio".
Se poi sono considerati solo dei numeri , come lo furono allora, questi numeri ora sono cambiati e quindi....... cambierà qualcosa?
Rispondi | Rispondi citando
# Boccalone Giammaria 14-06-2010 19:07
Attualmente non c'è nessun pericolo che i bambini vengano trasferiti a Serrastretta. Questo avverrà soltanto quando le classi di Decollatura non soddisferanno più i parametri delle circolari ministeriali. E facendo 4 calcoli ancora questo rischio non c'è. Vi invito ad andarvi a riguardare la legge "Gelmini" riguardante gli acccorpamenti scolastici.
Il problema è che la battaglia va improntata proprio parlando prima del pericolo che i bambini vengano trasferiti, e non incentrarla sul fatto che qualche professore venga trasferito.
Tanto per farvi un esempio pratico, quando a Decollatura c'è stato il problema delle mense... qualche genitore aveva proposto di togliere il tempo pieno. E bene i professori sono insorti, e solo per paura che qualcuno di loro venisse spostato.
Insomma bisogna guardare prima ai bambini. Sinceramente non era la fine del mondo se toglievano il tempo pieno, ancor di più se la condizione della mensa continuava a versare in quelle condizioni.
Capisco che chi ha un posto di lavoro se lo tiene stretto... ma andatelo a dire a un disoccupato che chi ha un posto statale non può fare qualche Km in più.
Rispondi | Rispondi citando
# Giovanna 15-06-2010 18:48
Caro Giammaria non è vero che questo problema è tanto lontano lo sai che cosa è successo quest'anno alle scuole medie di DECOLLATURA?
Di 4 classi se ne sono fatte due e diciamo che c'è andata bene, perché se le classi non erano 2 parallele, i 13 alunni dovevano essere spostati a Serrastretta, e credimi parlo con dati di fatto.
Poi parli dei posti statali, bella cosa avere un posto statale caro mio, ma hai parlato con quegli insegnanti che per completare il loro orario di lavoro devono spostarsi su 3 o 4 plessi a volte distanti fra di loro più di 30 km e sai, a loro lo stato non paga la benzina o la trasferta come succede in altri enti pubblici e privati; quindi fatti quattro conti e vedi in che condizioni stanno gli insegnanti in questi periodi.
Sono d'accordo con te sul fatto che esistono diversi giovani disoccupati ma la colpa è degli statali o del governo che invece di crearne posti di lavoro li fa sparire giorno dopo giorno.
Rispondi | Rispondi citando
# Giammaria 16-06-2010 02:36
Forse mi sono spiegato male..........i ntendevo dire che attualmente non vi è pericolo, ma non ho detto che non può accadere in futuro. Non voglio fare polemica, ho solo detto che quando si parla del problema degli accorpamenti scolastici bisogna porre come problema primario quello del pericolo che i bambini possano essere spostati, e non parlare subito del problema che hanno gli insegnanti, e mi sembra che l'esempio delle mense calzi a pennello. Non mi risulta neanche di aver detto che è colpa degli insegnanti se esistono giovani disoccupati. Poi per quanto riguarda le condizioni in cui versano gli insegnanti, conosco categorie di gran lunga più sfruttate.
Rispondi | Rispondi citando
# Marisa 16-06-2010 13:54
Non è affatto una questione di polemiche, però mi viene spontaneo dirti che la tua posizione si discosta nettamente da quella "politica" del tuo partito il PRC di Decollatura, (sempre se non sbaglio interlocutore, ma immagino che tu sia lo stesso Giammaria facente parte di tale sezione) tra l'altro riportata in un articolo specifico sulla scuola del luglio 2009 visionabile sul sito www.prcdecollatura.org, dove si dichiarava:

"Il Sindaco di Decollatura lo dirà al suo referente regionale e al suo referente nazionale che la legge priva i suoi cittadini del diritto sacrosanto allo studio? E faranno altrettanto gli altri esponenti del Consiglio Comunale? Perché non glielo dicono quando poi si presentano in periodo elettorale a chiedere voti?
" e poi in conclusione si sosteneva inoltre:
" “la Corte Costituzionale ha riconosciuto la potestà legislativa delle Regioni in materia di riorganizzazion e della rete scolastica e quindi il Regolamento che ha disciplinato questo aspetto fondamentale deve essere considerato illegittimo. La conseguenza è quindi che il Ministro Gelmini non può chiudere o scorporare le scuole nei piccoli comuni”. Si comincia a vedere un po’ di luce. Noi di Rifondazione Comunista, comunque, non ci fermeremo qui! "

Parole parole parole diceva una famosa conzone.... a me a distanza di un anno mi è sembrato che tutti si siano fermati proprio li invece, a quelle parole al vento ........e nessuno ha mosso un dito !! "

Qui finalmente si è aperta almeno una discussione ed è veramente grave come dice Giovanna constatare che proprio gente di Decollatura dimostra di tenere così poco al proprio paese e alla propria identità.
Rispondi | Rispondi citando
# Giammaria 16-06-2010 17:00
Marisa ma di che posizione sta parlando? Io ho semplicemente detto che bisogna porre come primo problema il pericolo che i bambini vengano spostati. Se rileggi attentamente non ho mai detto che bisogna chiudere o scorporare le scuole nei piccoli comuni. Mi sembra che la sua sia una posizione di polemica e come. Cmq io tengo sia al mio paese che alla mia identità. Le ripeto ma di cosa sta parlando?
Rispondi | Rispondi citando
# Marisa 19-06-2010 18:34
Lei ha invitato tutti noi a “riguardarci la legge Gelmini”. Per il problema della mensa sorto a Decollatura… non ha “pensato minimamente a sostenere di migliorarla” ma a chiuderla, visto che alcuni genitori lo avevano proposto…!

Ridurre il tempo pieno e chiuderla, i professori dissero no perché si sarebbero dovuti spostare.
Dimenticandosi di spendere una sola parola su chi avrebbe dovuto garantire quel servizio mensa alla scuola, cioè il Comune, come mai?

Ridimensiona l’accorpamento dell’istituto solo su lamentele di qualche insegnante che deve fare qualche Km in più, non per i disagi a tutta l’utenza o per la perdita dei posti di lavoro, inoltre nessuna parola per l’immagine e l’importanza di mantenere la Direzione Didattica nel Comune.

Da come si è posto mi è sembrato favorevolissimo all’accorpament o, alla riforma Gelmini, ai tagli alle classi alla scuola, agli insegnanti e poi chiede a me di che sto parlando?

Le rispondo con le parole del sito di Rifondazione di Decollatura in merito a quell’articolo sulla scuola:

” In questi 15 anni il Partito della Rifondazione Comunista ha sempre affermato che la scuola non può essere considerata come fonte di spesa inutile ma come risorsa da alimentare, dal momento che educa, crea, forma i futuri cittadini italiani. Abbiamo sempre detto che invece di tagliare è opportuno investire maggiori fondi, anche per esempio nella formazione e nell’assunzione degli insegnanti precari che sono la vera risorsa della scuola italiana Negli ultimi mesi abbiamo assistito invece ad un vero e proprio caos di decisioni, leggi e prese di posizioni. Tutto a discapito delle scuole locali ed in particolare dell’Istituto Comprensivo di Decollatura……”

Quanto scritto nell’articolo, sembra, l’opposto del suo pensiero.

Ecco di cosa sto parlando!!!
Rispondi | Rispondi citando
# Giammaria 19-06-2010 21:51
Cara Signora Marisa, io non sono affatto favorevole all'accorpament o, ne alla legge Gelmini, ne tanto meno allo scorporamento della scuola pubblica in favore della scuola privata. Se propio si deve risparmiare sulla scuola avrei preferito una legge tipo governo Prodi ( quella del 1997 per intenderci) cmq non vado pazzo per questo tipo di provvedimenti. Per quanto riguarda le mense.......era solo un esempio per far capire come i professori mettano sempre in primo piano il loro posto di lavoro.....quin di quando ho parlato delle mense il senso di quello che ho scritto.....era che se i bambini dovevano continuare a mangiare panini era meglio chiuderla. Se poi la mensa funziona è ovvio che bisogna mantenerla..... come è ovvio che è colpa del comune e di questa amministrazione se versava in quelle condizioni. Per quanto riguarda quello che ho scritto dei professori..... ..il senso del mio pensiero era che per me come categoria si possono lamentare tanto e non quanto......... ma questo è solo un punto di vista personale. Per quanto riguarda l'articolo anche io sono d'accordo che la scuola deve essere vista come risorsa da alimentare, e sono anche favorevole ad investire insomma sono d'accordo in toto con quell'articolo. Spero aver fatto capire il mio pensiero distinti saluti
Rispondi | Rispondi citando
# GIAMMARIA 20-06-2010 16:50
Cmq, quando ho scritto"ma di cosa sta parlando" era per farle capire che si stava sbagliando. Invece lei ha replicato ritornando a dire che sono favorevole agli accorpamenti, mi scusi ,come mai attribuisce pensieri non veri alle persone? Pensare che gli insegnanti siano una categoria poi non tanto bistrattata non vuol affatto dire discostarsi dall'idea del propio partito. M i dispiace ma lei ha capito male
Rispondi | Rispondi citando
# Marisa 22-06-2010 12:44
Il suo invito a rivederci la legge Gelmini come può essere inteso se non in senso favorevole a quella legge?

Le sue affermazioni sugli insegnanti: (sono sue parole)
"...come categoria si possono lamentare tanto e non quanto..." oppure "...E bene i professori sono insorti, e solo per paura che qualcuno di loro venisse spostato..."

In Italiano, come può essere inteso?

Sembrano contraddizione per chi dice di aderire a un Partito che da sempre si è battuto per la difesa dei diritti di “tutti” i lavoratori o sbaglio in questo?
Rispondi | Rispondi citando
# GIAMMARIA 22-06-2010 21:52
Signora Marisa, questa giuro è l'ultima volta che rispondo. Se vi ho invitato a rivedere la legge Gelmini....era per far notare che attualmente non vi era pericolo che i bambini venissero spostati, ma non ho detto che non può accadere in futuro. Per quanto riguarda gli insegnanti..... ...è vero per me come categoria si possono lamentare tanto e non quanto.......ed è pure vero che i professori sono insorti, solo per paura di essere spostati....e questo quando è sorto il problema delle mense.In parole molto povere il senso di quello che volevo dire è.............. .se spostano i bambini....mi dispiace.....se qualcuno perde il posto di lavoro....mi dispiace....... .se decollatura perde la direzione didattica mi dispiace....... ..se un professore viene spostato,penso non sia la fine del mondo. Insomma incentrare la discussione su temi seri. Se poi per lei questa visione si discosta dal mio partito.....paz ienza......sia ben chiaro non porto rancore verso nessuna categoria lavo
Rispondi | Rispondi citando
# Mauro De Grazia 22-06-2010 15:39
Carissima signora Marisa,
da tempi non sospetti (OTTOBRE 2008) e da molto prima che noi giovani aderessimo al partito della rifondazione comunista, l'idea di Rifondazione è stata sempre quella di mettere in prima linea il bene dei ragazzi non della classe dei professori, che come ben saprà anche qualcuno dei nostri tesserati rappresenta. Sul sito del partito, nella sezioni manifesti vi è un articolo e molteplici volantini nei quali il partito spiega la linea che ha deciso di adottare per far fronte a questa emergenza... Sperando di essere stato abbastanza esaustivo
Buona giornata
MDG
Rispondi | Rispondi citando
# Marisa 22-06-2010 16:47
Signor Mauro De Grazia, probabilmente Lei ha compreso male quanto affermato pertanto La invito a rileggere attentamente tutti i miei commenti.

Mi sembra di essere stata molto chiara, ho preso posizione molto favorevole al suo partito, citando proprio quell'articolo, scritto benissimo, "Finalmente un po' di luce per l'Istituto Comprensivo di Decollatura" per dimostrare un'aspetto positivo di quella iniziative anche se si fermò solo lì purtroppo e nulla fu fatto in seguito!!

Ho risposto a Giammaria evidenziando frasi di quell'articolo non mie quindi, pertanto non è a me che deve consigliare di leggere quei manifesti...... . mi sembra di aver difeso: il benessere degli alunni, la scuola, gli insegnanti, il lavoro e l'autonomia Didattica per Decollatura, non ho certo scritto: "... i professori sono insorti..."..." come categoria si possono lamentare tanto e non quanto". ect


Ciò che ho voluto sottolineare è proprio la differenza di posizione tra quanto affermato dal Partito sul sito sul problema Scuola e accorpamento con quanto sostenuto nei commenti da un vostro iscritto o militante .

Benissimo: Lei parla di manifesti e di linea guida di partito riscontrabili sul sito, quindi non sarebbe più opportuno che li leggessero prima gli iscritti e poi magari commentare... che ne pensa?

Rispondi | Rispondi citando
# Giammaria 26-06-2010 05:01
Sigmora Marisa cmq in questo spazio bisogna discutere dell'accorpamen to scolastico, e non fare un dibattito sul fatto che la mia visione si discosti o meno dal partito. Lei non si preoccupi di dire......che la linea guida del partito la conosco benissimo. E cmq le ripeto, pensare che i professori poi in fondo in fondo non stiano tanto male non significa affatto pensarla diversamente dal partito, alla fine questa è solo una sua visione. Nel mio primo articolo ho scritto che bisogna guardare prima ai bambini, ma evidentemente lei nota solo quello che vuole. Poi quello che ho detto delle mense ....è la sacrosanta verità. E non è assolutamente vero che non ho pensato di sostenerla. Il senso era semplicemente che se non si arrivava ad una soluzione era meglio chiuderla, ma evidentenente a lei piace attribuire pensieri non veri alle persone........ e se ho scritto che i professori sono insorti è perchè penso sia vero....che questo sia chiaro.Il partito non è un' organizzazione integralista. Dove sta scritto che uno deve sposare in toto tutto quello che viene deciso dalle direttive nazionali, regionali o locali? lei ha preso delle parole dal mio discorso e ne ha fatto uso a suo piacimento. Chiedo scusa a chi ha dovuto assistere a questa discussione, anche perchè avevo detto che non avrei piu risposto Saluti
Rispondi | Rispondi citando
# Francesco 08-10-2010 23:26
Faccio presente che proprio in questi giorni si sta facendo una raccolta di firme per cercare di riportare la Direzione Didattica di nuovo a Decollatura, come doveva essere fatto visto ke le scuole di Serrastretta non avevano i numeri per accorpare la scuola di Decollatura... speriamo bene...
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 09-10-2010 13:48
Francesco questa è una buona notizia che hai fornito ai decolaturesi... .... sorge spontaneo chiedersi: chi è che ha promosso questa raccolta? perchè non la pubblicizza anche in questo sito? Cosa stanno facendo le locali forze politiche? ... ... aspettiamo e vedremo.....
Rispondi | Rispondi citando

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna