Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *
Matteo Pane  è  il giovane volontario del Servizio Civile assegnato all’Associazione F.A.V.O - “Pina Simone” O.N.L.U.S, che per il terzo anno consecutivo vede impegnati i volontari del servizio civile nel progetto “Una rete per il malato oncologico”.
L’Associazione “Pina Simone” dal 1997 si interessa della tutela del malato oncologico sul territorio regionale ed è  arricchita di un comitato tecnico-scientifico formato da alte professionalità regionali del settore, il cui Presidente  Alfonso Ciacci, Direttore Sanitario e noto Chirurgo del Presidio Ospedaliero Pugliese-Ciaccio si interessa della formazione e della attività scientifica dei volontari, con il supporto di uno staff di elevata professionalità del settore.
 
Il volontario Matteo Pane, del Servizio Civile, sarà impegnato insieme con i 70 volontari dell’Associazione “Pina Simone” in tutte le attività statutarie proprie dell’Associazione.
 
“Una rete per il malato oncologico” fornisce la possibilità al volontario di affrontare la conoscenza di problematiche importanti attraverso  sia assistenza ospedaliera, quella domiciliare e il trasporto di pazienti affetti da patologia oncologica presso i presidi ospedalieri del territorio regionale tramite il “taxi sociale” servizio  creato dall’Associazione “Pina Simone”.
La “Pina Simone”   è l’unica associazione territoriale iscritta alla FAVO Nazionale, complesso di 380 Associazioni oncologiche, ed è l’unica Associazione a Decollatura con sede del Servizio Civile Nazionale: “la conoscenza  dei giovani di una problematica importante quale può essere la patologia oncologica-dichiarano i volontari della “Pina Simone”- è fondamentale perché in tal modo il volontario si abitua al concetto di prevenzione e demonizza il “timore” del cancro.
 
In tutti questi anni in cui l’Associazione ha frequentato e frequenta il malato oncologico, si è verificato uno scambio di informazioni tra “Pina Simone” e “Pazienti” esperienza indimenticabile da cui l’Associazione ne esce rafforzata”.
 
Il percorso del giovane volontario Matteo, non sarà affrontato da singolo ma il volontario sarà affiancato da tutti coloro che da oltre dieci anni si dedicano in questa associazione con grande senso di rispetto e solidarietà. Non solo assistenza domiciliare e ospedaliera, non solo la donazione alle famiglie indigenti, non solo l’aiuto materiale ma cercare di consentire a tutti i giovani volontari del servizio civile che negli anni si sono alternati e che si alterneranno, di avvicinarsi al mondo del volontariato e ottenere anche un piccolo rimborso spese.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna