Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *
Continuano a non funzionare diversi depuratori dei comuni del Lametino. Ecco perchè ieri i carabinieri ne hanno sequestrati 16 gestiti da 11 diversi comuni del comprensorio: Soveria Mannelli, Maida, Conflenti, Martirano Lombardo, Martirano, Carlopoli, Decollatura, Jacurso, Cortale, Motta Santa Lucia e San Mango d'Aquino.

I provvedimenti sono firmati dal procuratore della Repubblica del tribunale lametino Salvatore Vitello ed eseguiti dalle Compagnie di Soveria Mannelli e Girifalco. I depuratori non fanno il loro lavoro, gli enti municipali che li gestiscono neppure, per cui tutti i liquami dell'abitato si riversano nei torrenti per poi finire a mare. Il magistrato inquirente ha concesso un mese di tempo ai comuni interessati dai sequestri «per realizzare le opere di immediata urgenza per bloccare la situazione d'inquinamento».

Da ormai un anno e mezzo è cominciata la campagna di tutela ambientale della procura a Lamezia e nel comprensorio. Nessun altro sistema avrebbe funzionato sui comuni se non quello coercitivo: gli enti sono messi alle strette, ed a volte vengono indagati per inquinamento anche i responsabili degli uffici tecnici ed i politici che si dovrebbero occupare del buon funzionamento dei depuratori. Perchè è il caso di ricordare che ogni cittadino quando paga la bolletta del servizio idrico lo fa anche per la depurazione che non viene di fatto effettuata.

Il sistema del sequestro preventivo e del termine imposto dal magistrato per riparare i depuratori non funzionanti ha funzionato nell'area industriale di Lamezia, dove un depuratore dove convergono 5 comuni adesso funziona. «Ora esce acqua da bere», ha detto lo stesso procuratore Vitello.

Vinicio Leonetti
fonte: Gazzetta del Sud del 22/02/2011

Commenti  

# Francesco 23-02-2011 19:39
Penso ci sia bisogno di chiarezza in merito, il tanto "agognato" depuratore è stato messo in funzione dopo tanti anni e tante promesse, abbiamo pagato inutilmente il canone di depurazione ed ora oltre al danno la beffa??

Arriveranno questa volta le risposte??
Ogni volta abbiamo aspettato risposte dagli amministratori e mai sono arrivate....
Rispondi | Rispondi citando
# maria 24-02-2011 19:00
chiarezza ma quale chiarezza...... ............... .........nessun o può darti chiarezze su cosa sia successo in questi anni caro francesco...... ............... .......... l'unica chiarezza ke possono darti e quella dei resoconti economici intascati alle spalle dei poveri cittadini che fanno tanti sacrifici in questo paese per portare " avanti" la famiglia!!!!!!! !!!
Rispondi | Rispondi citando
# Nunzio Marasco 25-02-2011 14:25
Le risposte sono arrivate, e, come al solito, paghiamo gli errori della precedente Amministrazione Comunale, perché, i controlli del depuratore risalgono alla scorsa estate, mentre adesso il depuratore grazie a chi fa il proprio dovere, è perfettamente a norma.

Pertanto vi invito a leggere il seguente articolo: Decollatura - Il depuratore funziona ma è sotto sequestro (http://www.decollatura.net/notizie/278-decollatura-il-depuratore-funziona-ma-e-sotto-sequestro.html) uscito oggi sulla Gazzetta del Sud.

Quanto ancora dobbiamo pagare per la cattiva gestione della cosa pubblica perpetrata negli anni passati?
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 25-02-2011 22:42
Condivido pienamente con Te Nunzio ........ e se non si cambierà veramente neanche questa volta, se non si deciderà di voltare pagina, le cose continueranno come in passato........ . sempre dal mio punto di vista!!!
Rispondi | Rispondi citando

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna