Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *
Emanuele ButeraE’ datata 23 Marzo 2012 la lettera che Emanuele Butera Vice Sindaco del Comune di Decollatura nonché assessore con delega ad i lavori pubblici ha consegnato alla cortese attenzione del Sindaco Anna Maria Cardamone. Una lettera di dimissioni.
Tali dimissioni sono motivate a quanto sembra da “sopraggiunti e improrogabili motivi personali e di lavoro.
Ringrazio il Sindaco, consiglieri e i cittadini tutti della fiducia fin qui dimostratami-si legge nella lettera- ma la situazione finanziaria di Decollatura richiede la massima attenzione e disponibilità di tempo, cosa che in questo momento purtroppo io non posso garantire. Il mio senso di responsabilità e trasparenza verso i cittadini mi impone questa sofferta decisione. Resto a disposizione in veste di semplice cittadino ad offrire il mio modesto contributo alla comunità Decollaturese, nei limiti conciliabili con i miei impegni di lavoro. Le dimissioni avranno decorrenza dalla data odierna”.

Emanuele Butera ha così motivato la sua lettera di  dimissioni adducendo come motivo principale gli impegni lavorativi. Emanuele ButeraLa cittadinanza però sembrerebbe “sconvolta” da questa decisione presa a circa un anno dalla vittoria amministrativa della lista “Decollatura Viva” in cui Butera ha apportato un notevole contributo, raggiungendo la ragguardavole cifra  di 109 voti. Però a detta di molti c’era aria di “dimissioni” già da molto tempo, infatti nel mese di Novembre, si aveva avuto sentore di “dissapori” all’interno della maggioranza. L’allora vice sindaco Emanuele Butera in sinergia con i consiglieri Salvatore Staine e Vilma Pascuzzi e l’ex assessore Carmine De Fazio, decisero  di creare un nuovo movimento politico all’interno della maggioranza comunale dichiarando che «L’idea del movimento nasce dalla constatazione che la mobilitazione che ha portato al successo della lista “Decollatura Viva” è un patrimonio troppo grande per essere disperso».

Una contrarietà che allora portò il Sindaco Cardamone a dover apportare un “rimpasto in giunta”, furono sostituiti Elisa Marasco assessore esterno con delega ai Beni Culturali, Politiche Sociali, Agricoltura e Foreste, Formazione e Lavoro  e Carmine De fazio assessore con delega all’Istruzione e Cultura, Politiche giovanili, Sport e Comunicazione, con Salvatore Staine oggi assessore  con delega scuola, cultura, innovazioni tecnologiche e Teresa Gigliotti assessore con delega alle politiche giovanili e sviluppo socio economico.  Non è passato inosservato,  l’intento dell’Assessore Lino Gigliotti di dimettersi, dimissioni palesate e subito ritirate.

La situazione economica in cui versa il Comune di Decollatura è grave ed è ai limiti del dissesto finanziario, addirittura, è trapelata una notizia secondo la quale sarebbe pervenuta al Comune, tra le altre, una bolletta Enel dell’importo di 30 mila euro, ovviamente la notizia non è ancora certa. La “defezione” di Emanuele Butera da tutte le cariche, a detta della gente nasconderebbe problematiche economiche comunali  molto serie di cui si era tutti a conoscenza ad eccezione dell’ex Sindaco di Decollatura che non si ritiene a quanto si legge su “organi dell’informazione” on-line responsabile di “Alcun Chè”.

Luigi De Grazia

Fonte Calabria Ora del 29/03/2012

Commenti  

# Bonacci Perseo Filippo 01-04-2012 20:50
secondo il mio modestissimo parere Emanuele si e' dimesso non per le problematiceh oppure per la scarsa situazione finanziaria che versa il comune non sarebbe stata di certo uan bolletta di trentamilaeuro visto che ci sono almeno per quanto si legge e si sente debbiti di gran lunga superiore a trentamila euro. io ho come dicevo un modestissimo parere personale. lo esprimo immediatamente. ...E' STATO [...omissis... (invitato a dimettersi)]. altro che incompatibilita di carattere con il nuovo sindaco. se ci fossero state queste diciamo incompatibilita ' io la vedo cosi ... primo avrei fatto di tutto per il bene dei Decollaturesi anche se ci sarebbe andato di mezzo il mio orgolio personale sono stati loro che mi hanno eletto.secondo ne avrei parlato con il sindaco in privato. non mi sarei mai dimesso dopo anni di lavoro costante. lo ripeto per me E' STATO [...omissis... (invitato a dimettersi)] PUNTO E BASTA..... e' cosi lucido e trasparente.. voglio ricordare a qualcuno che non scrivo puttanate come mi e' stato scritto anzi da lontano si sa piu verita' di quanto si crede ricordatelo tutti e tenetevelo bene in mente....grazie ciao dA Bonacci Perseo Filippo Decollaturese D.O.C.
Rispondi | Rispondi citando
# Anonimo 02-04-2012 17:12
Avrebbe senso dimettersi per una bolletta di 30 mila euro quando nei confronti della medesima società abbiamo un debito di euro 700 mila?
Mi pare ovvio che tale notizia sia infondata; mi pare anche, forse, che la prima regola del giornalista è quella di pubblicare una notizia certa riferita da fonte altrettanto certa ed affidabile.
Questo articolo è da considerarsi uso improprio della stampa....
Comunque sia, si saprà qualcosa di più in sede di Consiglio comunale oggi alle 18.
Rispondi | Rispondi citando
# gigi de grazia 07-04-2012 13:08
senza alcun tipo di polemica mi dispiace quando non si riesce a capire il significato dei periodi grammaticali.
non mi risulta che dal mio articolo trapeli quale motivazione delle dimissioni di Emanuele Butera la bolletta su citata dall'anonimo. Sarebbe opportuno che la lettura delle notizie non fosse così superficiale (volutamente?!) .
grazie e auguri di una felice Pasqua a tutti
Rispondi | Rispondi citando

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna