Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

questionarioAnche Decollatura ha il suo sondaggio sul benessere dei propri cittadini. Reale o percepito. Lo ha ideato ed iniziato il Progetto Osmosi nei primi giorni del 2010, e precisamente dal 02/03/2010 al 31/12/2012.
Nato dall'esigenza di rilevare con maggiore precisione, al di fuori delle chiacchiere e con la copertura dell'anonimato, la quanto più reale situazione economica e sociale dei cittadini, lo stato dei servizi, la sicurezza, la vicinanza dell'Amministrazione, i bisogni, le necessità quotidiane.
Pensato come supporto per affrontare meglio e preparati, la successiva tornata elettorale e abbandonato quando il Progetto ha deciso di approcciare la politica al fianco e coi sistemi dei partiti “tradizionali”.

Iniziato con il sistema della somministrazione in formato cartaceo (anonimo) è stato poi continuato in sola forma elettronica, in collaborazione con il sito “Decollatura.net” che ha esposto sulla propria HomePage il link al questionario fino alla fine del 2012.
Al questionario, che non aveva e non ha pretesa di essere scientificamente esatto, hanno risposto 230 (tra cartaceo ed on-line) cittadini, il 7% della popolazione, suddiviso nelle diverse fasce di età, sesso, condizione economica, titolo di studio.
I risultati, che non sono stati tenuti in considerazione nella fase elettorale, speriamo possano essere di aiuto alla attuale Amministrazione per una migliore conoscenza delle esigenze e delle speranza dei cittadini di Decollatura.

I cittadini di Decollatura sono soddisfatti del proprio reddito: sufficiente per il 58% e buono per il 21%; vivono per il 94% in una casa di proprietà o dei propri familiari che ritengono adeguata o grande per l'86%, insomma, in maggioranza soddisfatti per quanto attiene alla sfera privata. La maggioranza dei cittadini è favorevole al recupero dei centri storici (84%) piuttosto che alla costruzione di nuove aree residenziali, il 78%, ed invece che le attività industriali (il 26%) predilige il ritorno all'agricoltura e alla promozione dell'Eco-Turismo, il 64%.
Altro discorso per la sfera pubblica: il 46% ritiene Decollatura un paese poco vivibile, mentre il 95% ritiene che, negli ultimi 10 anni, la qualità della vita sia peggiorata, il 59% non ritiene garantita neppure la propria sicurezza e il 31% ha subito atti delittuosi (dalle molestie agli atti di vandalismo).
Anche i servizi sul territorio non escono bene da questo sondaggio: se mediamente soddisfatti da scuola, servizi sanitari e commerciali, per quanto attiene ai servizi forniti dal Comune si registra una débâcle assoluta. Pessime la pulizia delle strade e la cura del verde pubblico, così come la raccolta dei rifiuti e il servizio idrico, addirittura scarsi i servizi sociali (forse anche per questo il 69% giudica positiva la presenza di immigrati sul territorio), sport e tempo libero.
Neppure i servizi erogati dagli uffici comunali ne escono bene con un 84% di poco o per niente soddisfacente. Stesso giudizio negativo sull'attenzione dell'Amministrazione per la salvaguardia e cura dell'ambiente.
Decollatura DOPO le ultime elezioni diventa, però, di colpo un paese più vivibile per il 50% dei cittadini contro il 35% di PRIMA. Nel paragone tra i dati raccolti prima della tornata elettorale di maggio 2011 e quelli immediatamente successivi, si evincono alcuni miglioramenti sulla qualità della vita, probabilmente più percepiti che reali ma pur sempre un segnale di ottimismo.
Si diventa più favorevoli al recupero dei centri storici – 80% DOPO conto il 77% PRIMA – si percepisce una migliore attenzione dell'Amministrazione verso l'Ambiente – buona o sufficiente per il 28% DOPO contro un 7% di PRIMA – e una rinnovata attenzione per i servizi alla persona - buona o sufficiente per il 27% DOPO contro un 9% di PRIMA.
Migliora anche il giudizio per i servizi comunali, quali la raccolta dei rifiuti, il servizio idrico, la pulizia delle strade e la qualità degli uffici comunali – il 32% molto o abbastanza soddisfatti contro il 10% di PRIMA.
Piccolo miglioramento anche nella percezione della sicurezza: il 45% dei cittadini si sente più sicuro contro il 38% di PRIMA.
Dati confortanti ma resta il fatto che rimane ancora molto da fare.
Al link seguente i risultati grafici del sondaggio.

© Riproduzione riservata

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna