Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

DIARIO DELLE BAND EMERGENTI: Giovani artisti si Presentano
Les Miserables, Un viaggio verso la musica, un' avventura sempre più avvincente che nasce nell’ormai “lontano” 2008.
L’Associazione GdG Eventi di Decollatura, promuove da tempo il diario delle band emergenti, allo scopo di dare la giusta visibilità ai giovanissimi artisti locali.

ali di donna“I Les Miserables da una brillante/insensata idea del “Cavalletta” (nomignolo del ex batterista Peppe). In seguito il cielo invia il “FendMan”, al basso, che tanto attendevano: Francesco Talarico. Nel 2011 entrano in squadra anche Rick Perri e la sua LesPaul ma solo per un breve periodo. Cambiamenti dopo cambiamenti –spiegano i ragazzi- si cercò di trovare la soluzione migliore per mettere in piedi un vero gruppo di miserabili vogliosi di vedere i propri ascoltatori entusiasti ed attratti da ciò che usciva dai propri amplificatori, finché un giorno Carmine Talarico decise di non limitarsi a suonare la propria Hagstrom bianco perla e trasformarsi così nell’attuale frontman dei Les Miserabile superando questo difficile esame a pienissimi voti”. Dunque attualmente i Les Miserables, con i fratelli Talarico, Carmine (voce, chitarra) e Francesco (basso, synth) insieme all’ “UomoMetronomo” Gianfranco Bianco (batteria ), sono un power-trio di dichiarata matrice rock in cui gli echi del rock alternative e moderno si fondono con l’ hard rock dei primi anni novanta. Sul finire del 2010 decidono di esporsi al pubblico attraverso il loro primo singolo “Ombra Paranoica”, vero manifesto dell’essenza della band edito dall’etichetta indipendente Suoneria Mediterranea. Da poco tempo sono terminate le registrazioni del loro primo EP, che avrà come titolo “Ali di donna”, e del videoclip “Nobile santità” con la regia del geniale Egidio Amendola. Tutto ciò sotto l’occhio e l’orecchio vigile del responsabile di produzione Daniele Sanfilippo. Un vero faro che ha guidato e guiderà, con tanta pazienza e professionalità, i tre scalmanati. Una giovane band che è riuscita , piano piano, con tanti sacrifici ma con grande professionalità, a superare tanti “ostacoli” riuscendo a farsi conoscere da un pubblico non solo giovane. Incontriamo Carmine Talarico, voce e chitarra della band, che ci racconta il loro progetto discografico

Come nasce Ali di donna?
Questo nuovo progetto prende vita dopo ben quattro anni dalla loro prima uscita discografica. Decidono perciò di dar vita ad un EP di quattro canzoni che raggruppa le varie forme della loro musica ancora non identificabile in un genere preciso. Le sonorità spaziano dal blues, a passaggi indie e new-grunge di diversa intensità fino ad arrivare a vere e proprie esplosioni punk. Si inizia con Ali di Donna, brano che da il titolo all’ep. Una bomba rock’n roll ben articolata. Il testo racconta, in maniera metaforica, un incontro “carnale” tra un uomo e una donna appena conosciutisi.La seconda traccia è Buongiorno Diana!, pezzo che i fratelli Talarico scrivono e musicano con tanto cuore per ricordare, pieni di forza e speranza, la loro madre.Musica e sensazioni permettono poi il rapido passaggio aVegli Compagnia. Delicata, sofisticata, ma potente e disarmante, è il brano simbolo dell’EP in grado di mostrare l’attuale maturità e crescita dei “miserabili”.Infine si chiude con la frenetica Nobile santità. Dedicata agli stati di alterata coscienza che seguono un’”alzata di gomito”.

10006394 10202574507438344 311192921 nles miserables

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna