Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

villetta-cerrisiTorna al suo splendore la villetta comunale di Cerrisi. L’iniziativa di ripulire la Villa e di darle nuova linfa è nata dalla volontà di 16 ragazzi che avendo vissuto la Villa fin da piccoli, non riuscivano più a vederla nelle pessime condizioni in cui versava da 15 anni. Giorno 6 Agosto ci sarà una festa per l’inaugurazione con la partecipazione di Gioman, Mamafrika e Zarra ed inoltre panini con salsiccia e spezzatino.

«Proprio per intervenire su questa situazione -ci spiegano i ragazzi- si è deciso di costituire un gruppo, abbiamo deciso di chiamarci “I ragazzi della Villa” perché per molti di noi la Villa è stata il punto di riferimento durante la nostra crescita: era il punto di incontro e di svago che ha permesso la creazione dei legami che oggi ci portano a riunirci e a decidere insieme di impegnarci per migliorare la nostra “casa”.»

Con questo spirito senza pretese e solo con tanta volontà nel mese di maggio il gruppo ha chiesto in gestione al comune la Villetta impegnandosi inoltre a:
- a creare eventi di diversa natura (culturali, festivi , etc) nella frazione di Cerrisi con l’obiettivo di immettere nuova linfa in questa parte di Decollatura, facendola ritornare alla vitalità di un tempo;
- di riprendere e valorizzare i posti significativi della frazione, quali: la Villetta, la “Banda Suttana”, gli edifici scolastici e non;
- di curare la manutenzione dei suddetti posti per combattere lo stato di trascuratezza in cui versano al momento.

Un percorso forse ambizioso ma in cui “I ragazzi della Villa” credono tantissimo, iniziando con la pulizia della Villa, che li ha tenuti impegnati dai primi giorni di giugno fino ad oggi.

«Molti di noi ragazzi è, (ormai era) senza esperienza e alcuni di noi prendevano in mano la zappa o il rastrello per la prima volta, ma l’entusiasmo di iniziare un’avventura e portarla a termine non ci ha mai fermato, e i consigli dei curiosi “più anziani” che già si sono fermati ad osservare l’impresa fin dai primi giorni sono stati sempre ben graditi e fra il caldo, una risata e le frasi “ma chi me lo diceva a me che mi sarei dovuto trovare a scortecciare pali” (in tutto sono stati scortecciati 250 pali, donati da varie ditte boschive di Decollatura per la costruzione di tre staccionate) l’impresa è andata avanti e fra poco i lavori si concluderanno.»

«Quando è iniziata la nostra avventura -concludono i ragazzi- eravamo sicuri che l’importante, anche senza mezzi e né arte e né parte, era iniziare perché qualcuno a noi si sarebbe unito e in qualche modo non saremmo stati soli, infatti come dicevo prima la solidarietà da parte dei vicini della villa ma anche dalla popolazione tutta è arrivata fin da subito, chi con il prestarci un attrezzo che non avevamo un, chi con caffè, chi con birre e bibite varie o chi passava e senza fermarsi dall’auto gridava “bravi ragazzi continuate così” “complimenti” ect. ci dava forza ed entusiasmo, non sono mancati i “chi ve lo fa fare?” o “ ma qualcuno vi paga?” ma le risposte erano pronte e sincere “lo facciamo perché ancora c’è chi pensa al bene comune e non ci pagano e neanche vogliamo essere pagati, perché il nostro tornaconto è rivedere la villa vivere come un tempo».

Un bell’esempio di partecipazione dei cittadini alla vita attiva del Paese e della Collettività, una forma di educazione all’ambiente che una volta era costume di tutti, ognuno ripuliva davanti la propria abitazione, esistevano le giornate per sistemare le strade di campagna, le giornate per la sistemazione degli “acquari” per l’irrigazione dei campi, tutti lavori che miglioravano l’ambiente e che erano condivisi dalla collettività. Oggi invece questo “modus operandi” si è perso e il degrado e l’abbandono è sotto gli occhi di tutti. Questi giovani hanno dimostrato che si può fare diversamente, che si può lavorare per il bene comune.

L’Amministrazione Comunale ha inteso ringraziare i ragazzi che hanno collaborato, con il duro lavoro di volontariato che hanno effettuato nella villa Comunale di Cerrisi, riuscendo a riportarla allo splendore di un tempo. Non si sono adoperati solo a ripulirla dalle sterpaglie ma a migliorarla con staccionate in legno e con ogni utile accortezza, inoltre si è riusciti con l’autorizzazione necessaria a ripristinare l’impianto di illuminazione esistente, ma che non era più funzionante da anni.

Nelle Foto di seguito si possono vedere alcuni cambiamenti significativi a sinistra il prima e a destra il dopo, e per meglio far conoscere il dopo, “I ragazzi della Villa” invitatano tutti a partecipare alla festa per l’inaugurazione della Villetta; anche per vedere che i ragazzi di oggi non sono solo “bamboccioni, senza rispetto per la res pubblica” ma che dopo trascorsi diversi, si sono ritrovati per dare vita ad una parte spenta del paese e non lasciarla perdere nella trascuratezza. A loro va tutto il ringraziamento della collettività.

villetta-cerrisi-01

villetta-cerrisi-02

villetta-cerrisi-03

villetta-cerrisi-04

villetta-cerrisi-05

 

© Riproduzione riservata

 

Commenti  

# PASCUZZI MARIA 31-07-2014 07:21
Complimenti davvero"Ragazzi della villa" Ho sempre sperato e creduto che in Decollatura ci fossero ragazzi volenterosi a collaborare per vedere bello il nostro paese.Finalment e ci siete!Andate avanti con questi valori importanti che avete dentro,avrete sempre la stima di tutti e date esempio anche agli altri.Il mio GRAZIE personale giunge a voi con tutto il cuore!!!!!!!!!! !
Rispondi | Rispondi citando

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna