Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

Il dimensionamento scolastico è una problema molto sentito dal Sindaco di Decollatura Anna Maria Cardamone, dall’intera Amministrazione Comunale e dal Consiglio Comunale che ha deliberato all'unanimità chiedendo tra le varie ipotesi anche il trasferimento della direzione didattica da Serrastretta a Decollatura avendo quest’ultimo comune oltre 100 alunni in più. In merito prosegue l’opera di informazione da parte dell’Amministrazione di Decollatura e di sollecitazione affinché sia definita la problematica con una delibera del Consiglio Provinciale.
Riportiamo integralmente il Comunicato stampa che è stato inviato agli organi di informazione e a tutti i consiglieri provinciali.

“Apprendiamo con soddisfazione – afferma il Sindaco Anna Maria Cardamone - che per il Liceo Fiorentino di Lamezia Terme il Consiglio Provinciale ha trovato idonea soluzione avendo dato allo stesso un indirizzo artistico”.

Pare di capire, dalle dichiarazioni fatte dal Consigliere Provinciale Ruperto, che è ormai imminente l’approvazione del nuovo dimensionamento scolastico, su cui verosimilmente gli addetti ai lavori hanno trovato una quadra. Sicuramente, da quel che trapela sui giornali, hanno dato nuove e più convincenti soluzioni ai tanti aspetti problematici che avevano spinto lo stesso Consiglio provinciale, nell’ultima riunione, a rinviarne la trattazione.

E’ indubbio che il dimensionamento scolastico deve essere pianificato nel prevalente interesse generale, per creare scuole efficienti, senza pluriclassi, rispettose delle vocazioni territoriali e quindi anche dei livelli reali di integrazione dei servizi, a partire da quelli stradali e dei trasporti. L’efficienza che auspichiamo per noi è solo uno strumento per garantire l’efficacia dell’azione formativa delle scuole che si traduce in successo scolastico, buoni livelli di apprendimento e capacità di orientarsi nella vita successiva per gli alunni che le frequentano. Le reggenze, pensate come istituto provvisorio ed emergenziale, dovrebbero man mano essere eliminate proprio in ragione della diminuzione costante di alunni creando, in pari tempo, istituzioni autonome che abbiano tutti i numeri a posto e che siano capaci anche di fronteggiare le sfide demografiche del prossimo decennio.

Rispettare le comunità e le loro storie, ripristinare il senso di legalità anche in questo campo è quello che hanno sottolineato il Sindaco Anna Maria Cardamone, il presidente del Consiglio Comunale Francesco Bonacci e l’intera comunità cittadina e scolastica di Decollatura che hanno visto trasferire la direzione didattica a Serrastretta nel 2009 per soli tre alunni in più. Diamo atto che, pur tra sacrifici e difficoltà ormai passati, alunni e genitori hanno fruito in questi sei anni dei servizi amministrativi e scolastici erogati dalla sede di Serrastretta. Oltre 600 genitori hanno dovuto regolare i loro rapporti con gli uffici di segreteria e la dirigenza nonostante la notevole distanza e l’assenza di qualunque sistema pubblico di trasporto. Come tutti sappiamo la situazione numerica è cambiata subito dopo aver assegnato la Segreteria a Serrastretta. Oggi Decollatura ha una popolazione stabile e in crescita di oltre 110/120 unità rispetto a Serrastretta. Di questo, crediamo abbia merito un territorio forte e generoso che ha mostrato in questi anni una certa capacità di resistere ai rovesci demografici della Calabria, ma anche l’Amministrazione Comunale che ha saputo sostenere lo sviluppo delle sue scuole con una seria politica scolastica e sociale fatta di servizi efficienti, di investimenti consistenti sull’edilizia e la sicurezza e di una lungimirante politica di accoglienza e di integrazione degli immigrati.

La Provincia dovrà valutare bene tutte le richieste provenienti dal comprensorio del Reventino e determinarsi, in modo chiaro, opportuno e trasparente anche in questo territorio e non solo su quello di Lamezia Terme.

Pertanto, se è giusto e legittimo arricchire l’offerta formativa a Lamezia Terme, istituendo indirizzi del tutto nuovi e in passato anche negati, salvaguardando il patrimonio culturale e formativo di Scuole in gravi difficoltà d’iscrizioni, portandovi delle specialità nuove e anche in grande sintonia con il suo tessuto sociale, ”è bene anche – ribadisce il Sindaco Cardamone - che il Consiglio Provinciale di Catanzaro, da noi eletto, si faccia carico di quanto come Comune di Decollatura abbiamo deliberato e comunicato e che valuti tutte le opportunità per migliorare il Servizio scolastico sul Reventino tenendo conto della viabilità e delle strutture presenti sul territorio come anche dei numeri degli alunni presenti”. A tal proposito, ci si consenta anche un tono lievemente trionfalistico. Decollatura è l’unico paese del Reventino dove i numeri degli alunni non fluttuano, ma sono da anni costantemente in crescita. Sono ben 303 per l’anno corrente e vedremo a breve, con le nuove iscrizioni, quali saranno i dati per il prossimo anno scolastico. Noi scommettiamo sulla crescita e questo è un fattore su cui i decisori politici dovranno riflettere molto attentamente!

Commenti  

# antonio 04-02-2015 07:36
Giusto! ma lo faranno????....
Rispondi | Rispondi citando
# francesco B. 06-02-2015 14:11
Continua la discussione sul dimensionamento scolastico :

"
  • In merito alle dichiarazioni del Presidente del Consiglio Comunale di Serrastretta Michele Maruca sul dimensionamento scolastico come Presidente del Consiglio Comunale di Decollatura Francesco Bonacci tralascio, al momento, di intervenire sul concetto del ripristino della “ legalità dei numeri “ principio che comunque ritengo doveroso ricordare perché se è valso nel 2009 per trasferire la Direzione Didattica da Decollatura a Serrastretta non comprendo il perchè non debba oggi essere applicato .

    Desidero prima di tutto intervenire sul concetto di “onesta intellettuale” più volte ribadito dall’omologo Maruca .

    Per quanto attiene all’onesta intellettuale e l’invito che ha rivolto al Presidente Enzo Bruno e agli amministratori Provinciali di evitare pressioni politiche e logiche di partito preciso di non essere tesserato del PD , ma di aver avuto una sola tessera di partito : quella di Italia dei Valori, per cui non vedo quale sia la millantata pressione politica che posso io esercitare.
    Ho solo chiesto e dichiarato pubblicamente in sostanza “di dare a cesare quel che è era una volta di cesare”, se la provincia lascerà lo stesso Istituto Comprensivo Serrastretta Decollatura – basandomi sullo stesso principio applicato nel 2009. Se era valido allora!!!!!

    Per quanto attiene il sindaco Anna Maria Cardamone del PD , candidata nella lista del Presidente preciso che la stessa si è dimessa da componente della Segreteria Provinciale del PD di Catanzaro da un mese proprio per essere libera di poter discutere senza obblighi con nessuno e soprattutto si è dimessa dimostrando molta onesta intellettuale e politica su questa problematica per tutelare gli interessi di una comunità quella di Decollatura per meglio esercitare ogni iniziativa in merito al dimensionamento scolastico e tutelare così il territorio e i cittadini di Decollatura, quindi non capisco a quali pressioni o partiti si possa riferire il collega Maruca, salvo che non ricordi che fu fatta probabilmente qualche operazione in tal senso nel 2009 !!!

    Preciso inoltre, che Il Consiglio Comunale di Decollatura si è espresso con votazione unanime e sul dimensionamento scolastico con delibera nr 46 del 29/12/2014 , solo dopo aver ricevuto la lettera trasmessa dal il Sindaco di Serrastretta – Molinaro_ indirizzata al Sindaco di Decollatura Anna Maria Cardamone , allegata integralmente alla delibera di cui sopra , dove Molinaro dichiara di “ …. A seguito di recenti e intercorsi incontri con i Sindaci di Feroleto Antico a Pianopoli, si è giunti alla conclusione di proporre all’organo competente , di discutere e decidere in merito alla gestione associata delle funzioni inerenti l’edilizia scolastica per la parte non attribuita alla competenza della province, organizzazione e gestione dei servizi scolastici. Se l’organo in questione, collegialmente, lo riterrà opportuno, sarà deliberato di chiedere all’Amministraz ione Provinciale di Catanzaro, l’accorpamento delle scuole ( infanzia Primaria e Secondaria dei Primo grado) presenti sul territorio dei suddetti Comuni, in modo da realizzare la costituzione di un nuovo istituto Comprensivo autonomo comprendente le scuole dei Comuni di Feroleto Antico , Pianopoli e Serrastretta.
    Si è altresì, avviata un’interlocuzio ne con ‘ Amministrazione Comunale di Lamezia Terme che si è resa disponibile ad individuare dei plessi presenti sul proprio territorio, attualmente assegnati a istituzioni scolastiche sovra dimensionate, da accorpare all’I.C. “Gatti” di Lamezia Terme ,cui attualmente appartengono le scuole dei Comuni dei Feroleto Antico e Pianopoli, in modo che lo stesso conservi l’autonomia e quindi la Dirigenza Scolastica.Sono certo che, pur nel rammarico di interrompere la nostra collaborazione sul fronte scolastico, tale decisione possa agevolare la costituzione di un nuovo Istituto Comprensivo comprendente le scuole dei Comuni di Decollatura, Carlopoli e Soveria Mannelli, cosa più volte auspicata dall’amministra zione da te guidata, come peraltro formalizzato con la delibera di Giunta Comunale nr.45 del 29/9/2911……………”

    Nella risposta alla nota stampa diffusa dal Sindaco Anna Maria Cardamone, il Presidente del Consiglio di Serrastretta Maruca scrive “ .. che nessuna norma e nessuna legge prevede che la sede della dirigenza scolastica debba essere sempre ubicata nel comune che registra il maggior numero di iscritti…! Se ciò e vero, allora , mi viene spontaneo replicare che nel 2009 trasferirono a Serrastretta la Dirigenza da Decollatura dicendo o applicando una tesi non veritiera , magari avvalendosi allora di qualche pressione politica compiacente ??? .

    Ora sta al Presidente Enzo Bruno e all’Amministraz ione Provinciale valutare attentamente tutte le proposte pervenute , verificarne la validità dei contenuti e la fattibilità in base alle esigenze complessive di tutta la Provincia , valutare prima di tutto il numero degli iscritti nel territorio, verificare le migliori soluzioni possibili nella tutela del mondo della scuola e soprattutto trovare le migliori soluzioni per gli alunni offrendo la migliore offerta formativa . Si spera, poi, che l’Amministrazio ne Provinciale cercherà di tagliare tutti gli sprechi, riducendo al minimo indispensabile le pluriclassi che certamente non sono il massimo per l’insegnamento: dovrà valutare bene le reggenze e soprattutto per quanto le stesse possono restare come tali visto il calo costante degli alunni iscritti e quindi a che cosa serve lasciare una reggenza per un anno? È evidente che ciò serve solo, secondo me, a : rimandare il problema di un anno!!!
    Occorrerà quindi che il Consiglio Provinciale verifichi bene l’andamento demografico degli alunni al fine di prendere le opportune decisioni che certamente non potranno avere metri di valutazione circa accorpamenti e Direzioni didattiche diversi da quelli attuati nel passato e assieme all’Amministraz ione e a Tutto il Consiglio Comunale di Decollatura rimango fiducioso auspicando scelte idonee e giuste per tutti.
    Per quanto ci riguarda, come territorio, l’amministrazio ne Provinciale di Catanzaro potrà deliberare di creare un nuovo polo del Reventino assieme a Soveria Mannelli e Carlopoli , oppure di lasciare Decollatura con Serrastretta , abbiamo solo evidenziato di tenere bene in conto la potenzialità numerica che ha Decollatura 303 alunni e nel caso confermasse l’istituto comprensivo Serrastretta – Decollatura di trasferire l’Ufficio della Direzione Didattica proprio per tale superiorità numerica avendo Serrastretta oggi solo 193 studenti : questa a prescindere se vi siano norme o meno ritengo sia anche una forma di legalità!

    Noi restiamo fiduciosi e chiediamo all’amministrazio ne Provinciale di cercare la soluzione migliore, una soluzione che sia soprattutto duratura nel tempo e che dia il massimo possibile di efficienza soprattutto agli alunni .
    Con ciò concludo significando che da parte mia non vi nessun attacco individuale come mi è sembrato invece di capire nella risposta ad una lettera ossequiosa pubblicata dopo aver analizzato fatti e circostanze e scaturita dalle dichiarazioni fatte dal Consigliere Ruperto che annunciava la soluzione per il Liceo Fiorentino di Lamezia Terme ed era finalizzata a sollecitare la Provincia affinché deliberare su tale spinosa problematica. li>
Rispondi | Rispondi citando

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna