Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

pscSabato 7 Febbraio 2015 il Consiglio Comunale di Decollatura a conclusione di un lavoro iniziato nel 2011 ha adottato il Piano Strutturale Comunale con annesso Regolamento Edilizio e Urbanistico (REU). Erano presenti 10 Consiglieri su 13. Il Piano è stato adottato con sette voti favorevoli (Cardamone, Bonacci, Pascuzzi Rossana, Pascuzzi Vilma, Angelo Gigliotti, Teresa Gigliotti e Ivan Gallo), due contrari (Elisa Marasco e Natale Rocca) mentre il Consigliere Annunziato Nero pur partecipando alla discussione, al momento della votazione, come aveva dichiarato, si è allontanato dall'aula. Assenti giustificati i Consiglieri Eugenio Giovanni Nero, Angela Brigante e Salvatore Staine.

Il Consiglio Comunale, in precedenza, aveva sempre approvato all’unanimità i lavori sul PSC sia in occasione dell'approvazione del preliminare che alle modifiche successive. La discussione è stata molto incentrata sul tema degli “usi civici”, ed in merito il Vice Sindaco Angelo Gigliotti ha spiegato che il motivo della stessa nell’ambito del PSC è solo quello di prendere atto che non vi sono sovrapposizioni tra aree demaniali o presunte tali e aree urbanizzate o eventualmente urbanizzabili. Tuttavia malgrado questa spiegazione sono state sollevate perplessità circa la reale situazione di quanto evidenziato nella cartina sia dal Presidente Francesco Bonacci che dal Consigliere Nero Annunziato.

Il Consigliere Natale Rocca ha espresso voto contrario senza rilasciare alcuna dichiarazione, mentre la consigliera Elisa Marasco (pur facendo parte della Commissione sul PSC unitamente all'ex Consigliere Eugenio Adamo) ha votato contro l'adozione del Piano ritenendolo carente sotto alcuni aspetti ed in particolare ha rimarcato il fatto che il piano prevede il trasferimento del Silos nell’apposita area di proprietà della ditta sita in località Micciullo che a parer suo non bisognava autorizzare, inoltre, alla scadenza dell’autorizzazione secondo la Marasco il Silos si sarebbe dovuto spostare nell’area industriale prevista ad Adami oppure in un altro luogo, anche in un altro Comune.

Il Sindaco, nel suo intervento ha invitato i Consiglieri della minoranza e la Consigliera Marasco eletta nella maggioranza (di cui ora non fa più parte) a riflettere e rivedere le loro dichiarazioni contrarie prima del voto, evidenziando che il Piano Strutturale Comunale va valutato nel sul complesso e non sul singolo provvedimento e pertanto non è auspicabile un voto contrario solo per una problematica che non si condivide o per un fatto personale.

Si riporta integralmente la nota stampa diffusa dal Sindaco:

"Il capogruppo del Raggruppamento di Professionisti incaricato della redazione del piano, architetto Giuseppe Antonio ZIZZI è intervenuto al Consiglio Comunale per ringraziare l’Amministrazione per l’attenzione dimostrata ed il costante supporto fornito, in particolare dall’assessore Gigliotti che ha svolto un ruolo fondamentale di collante tra i tecnici, gli uffici comunali e la cittadinanza. Poi ha terminato esaltando le qualità di Decollatura che con le sue ricchezze territoriali, ambientali e sociali ha tutte le carte in regola per emergere dalla situazione di stallo in cui vivono i centri montani della Calabria senza dimenticare che nell’ottobre 2013 Il PSC ha ricevuto il riconoscimento dell’Istituto Nazionale Urbanistica (INU) per aver ridotto al minimo il consumo del suolo

Il Sindaco Anna Maria Cardamone ringrazia i progettisti per l’impegno e l’ottimo lavoro svolto, ricordando che purtroppo il Comune di Decollatura è da anni sprovvisto di un idoneo strumento di programmazione urbanistica a causa della mancata approvazione del Piano Regolatore Generale che non fu mai approvato dalle precedenti amministrazioni, nonostante l’avvenuto affidamento dell’incarico e un pignoramento di 110.000,00 € che ha provocato non pochi disagi alle casse dell’Ente e di conseguenza ai cittadini.

Il Sindaco inoltre fa notare come l’impegno a ridurre il consumo del suolo e l’individuazione delle strategie pilota per un più sostenibile assetto urbanistico siano state apprezzate dai competenti dipartimenti regionali e provinciali “Grande soddisfazione anche per il rispetto delle tempistiche - dichiara la Cardamone – in quanto la prossima entrata in vigore del PSC permetterà agli operatori economici pubblici e privati di poter accedere ai fondi della nuova programmazione comunitaria 2014-2020, pertanto un grazie di cuore al vicesindaco Lino Gigliotti per la dedizione ed il contributo attivo che ci hanno portato a questo risultato”.

Il vicesindaco Lino Gigliotti e assessore all’urbanistica lavori pubblici, ha ringraziato l’arch. Giuseppe Antonio Zizzi, non solo per l’ottimo lavoro svolto ma anche per la costante presenza alle diverse fasi di partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza, ricordando che dal 2012 ad oggi moltissime sono state le iniziative che hanno promosso l’iter procedurale di redazione del piano permettendo la ricezione di diversi suggerimenti ed osservazioni dal basso. “Oggi si sta facendo un importante passo avanti per lo sviluppo sostenibile ed economico del nostro paese – dichiara il vicesindaco – con l’adozione di uno strumento urbanistico che oltre a fornire le indicazioni tecniche per la gestione del territorio individua le peculiarità e i punti forza per l’avvio di una nuova stagione atta a fronteggiare le minacce e le criticità che mettono a rischio le comunità dell’entroterra calabrese, in primis spopolamento, emigrazione, disoccupazione e perdita del senso di appartenenza. Per tutto ciò acquista importanza il fatto di aver individuato gli ambiti territoriali ottimali per l’insediamento delle attività produttive, le aree parco, le diverse categorie di aree urbanizzate, il patrimonio monumentale da valorizzare e le aree di interesse archeologico. Poi – continua l’assessore – il REU dà importanti indicazioni per preservare i centri storici e tutelare il patrimonio ambientale e paesaggistico del territorio con il divieto di installazione di pale eoliche di altezza superiore ai 10 m e di impianti per la produzione industriale di energia (quali biomasse, centrali a carbone ecc.). Ora dovrà sorgere un rinnovato impegno da parte dell’Amministrazione che dovrà mettere in atto tutte le procedure previste dalla Legge Regionale sull’urbanistica (L.R. n. 19/2002) in particolar modo la conclusione della procedura VAS (Valutazione Ambientale e Strategica) e, dopo l’entrata in vigore definitiva del Piano, bisognerà attrezzare l’Ufficio Tecnico perché si adegui alle nuove procedure di edilizia convenzionata ed alla predisposizione dei Piani Attuativi che definiranno nel dettaglio le modalità di applicazione del PSC. Infine un ringraziamento ai consiglieri sia di maggioranza che di minoranza per l’interesse e il senso di civiltà dimostrato in tutte le fasi di approvazione del PSC, in particolare l’ex consigliere Eugenio Adamo e la consigliera Elisa Marasco che hanno fatto parte della commissione consiliare per la valutazione delle istanze”.

Parte dunque una nuova fase per il comune di Decollatura che si accinge a concludere il complesso iter procedurale per l’approvazione del PSC e del REU, cominciato nel 2011 con l’affidamento dell’incarico di progettazione, approvando il Documento Preliminare nel 2012, concludendo positivamente la Conferenza di Pianificazione e ottenendo i pareri e le prescrizioni degli enti preposti quali Regione, Provincia, Forestale, Soprintendenza per i Beni Culturali della Calabria, Genio Civile e i vari attori pubblici e privati chiamati a parteciparvi.

Il piano sarà visionabile e consultabile dalla data di pubblicazione della delibera di adozione per un periodo di 60 giorni al fine di permettere l’acquisizione di nuove eventuali istanze e osservazioni sia da parte dei cittadini che dagli enti interessati per poi poter essere approvato definitivamente a seguito del termine della procedura VAS.

Un ottimo esempio dunque di una politica attenta e puntuale nonostante siano pochissimi i comuni calabresi che ad oggi si trovano allo stesso punto del Comune di Decollatura, nonostante siano passati oltre 12 anni dall’entrata in vigore della Legge Regionale che obbliga tutti i centri della Calabria a dotarsi del PSC e del REU, considerando anche il fatto che il neo Presidente della Regione Mario Oliverio ha più volte dichiarato che in tal senso non saranno più concesse proroghe; si prevede quindi una lotta contro il tempo perché i comuni si adeguino e non incorrano al blocco totale dell’edificabilità prendendo atto che Decollatura, insieme a pochi altri comuni, stanno facendo i passi giusti per non restare indietro."

 

© Riproduzione riservata

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna