Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

cancello ex scuola crapuzzaL’assessore Teresa GIGLIOTTI, replica a quanto riportato tempo fa sul web riguardo l’immobile della ex scuola di “crapuzza”, con la pubblicazione delle foto relative al 2011 (epoca di insediamento dell’ Amministrazione Cardamone) dalle quali si evince lo stato di totale abbandono e degrado della struttura. Struttura adibita esclusivamente a deposito di materiale inutilizzato e di deposito di atti comunali ammucchiati, lasciati all’incuria più totale, materiale tutto ripreso in questi anni e sistemato nell’archivio storico del comune con un lavoro meticoloso e certosino di un impiegato comunale.

 


01 crapuzza02 crapuzza03 crapuzza
Nelle Foto (di Tesera Gigliotti)  l'interno della ex scuola di "Crapuzza" a sinistra il prima (2011) e a destra il dopo (oggi).


 

Sulla scarsa attenzione agli immobili Comunali fa presente che l’amministrazione Cardamone ha ristrutturato la scuola di Cerrisi; l’immobile storico di San Bernardo adibendolo a Museo della Civiltà Contadina; l’ex scuola di Adami ora Parco Culturale del Reventino; di aver ottenuto recentemente un finanziamento di 235.000 euro per l’ex scuola elementare di Casenove, ed inoltre è stata ultimata l’isola ecologica a Casenove (ex cooperativa), opere che costituiscono sicuramente un bene per l’intera cittadinanza di Decollatura.

cancello ex scuola crapuzza 02In merito al pilastro del cancello della ex scuola di crapuzza, di cui era stato segnalato il degrado, nello specifico sottolinea che era stata richiesta al Comune l’autorizzazione per l’utilizzo del piazzale antistante la struttura per realizzare, in occasione delle festività natalizie, il tradizionale falò. Nel corso della predisposizione e del trasporto della legna a seguito di una manovra involontaria di un trattorista il pilastro del cancello, già fatiscente, veniva involontariamente danneggiato e precisa che lo stesso è stato oggi ripristinato. (FOTO)

«Abbiamo risanato oltre due milioni di euro di debiti pregressi -commenta- ereditato tutte le strutture fatiscenti e/o inagibili. Ricordo ad esempio: le scale della scuola media ”Michele Pane” completamente dissestate e messe a norma da questa amministrazione con marmi antiscivolo e copertura, per non parlare del cancello in ferro rimosso dalla passata gestione amministrativa e ritrovato nel piazzale della scuola, rimosso per fare un arredo urbano (un muro di sostegno e un riabbassamento di un marciapiede). Cancello che abbiamo provveduto a sistemare e ora costituisce l’ingresso principale della scuola media».

«È vero che non si è potuto procedere per migliorare tutti gli immobili Comunali e che non si è riusciti a dichiarare agibile la struttura del “foro boario”, malgrado le millantate promesse avute anche da chi in passato rappresentava l’Ente, di questo ne siamo coscienti e lavoreremo certamente, fino a quando ce n’è sarà data la possibilità, a migliorare tutto l’esistente.
Questo comunicato si è reso necessario -sottolinea l’assessore Gigliotti- perché per quanto riguarda la località “bonomilo” si è provveduto volontariamente a sistemare il pilastro del cancello senza arrecare nessuna spesa per l’amministrazione, ho voluto portare a conoscenza dei cittadini e documentare con foto per fare piena chiarezza e togliere ogni dubbio.
Una cosa è parlare, altro è fare, in questi cinque anni non ho inteso intervenire e rispondere a provocazioni, ma credo che a fine mandato è mio dovere fare chiarezza».

«Ritengo di aver lavorato correttamente in Giunta, -conclude Tesera Gigliotti- di aver rispettato i miei elettori che ringrazio pubblicamente e tutti i cittadini di Decollatura. Continuerò a impegnarmi con Anna Maria Cardamone affinché ora che sono stati quasi appianati tutti i debiti pregressi si possa continuare a lavorare per migliorare il mio Paese, cercando di portare sviluppo per i cittadini di Decollatura».

 

© Riproduzione riservata

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna