Accedi Registrati

Login

Nome utente *
Password *
Ricordami

Registrazione utente

I campi contrassegnati con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Conferma password *
Indirizzo email *
Conferma indirizzo email *
Captcha *

 

Vijatu chin’ ‘a cunta
Beato chi è sopravvissuto ad una brutta esperienza e, quindi, può raccontarla


‘U cane muzzica sempre allu sciancatu

Lett.: il cane morde sempre il poveraccio, cioè: la sfortuna si accanisce sempre contro le stesse persone


Avire ‘u culu ruttu e senza cerasa

Sforzarsi senza concludere niente o addirittura perdendoci


De vennari e de marti ‘un se spusa e ‘un se parte

Porta sfortuna sposarsi e cominciare qualsiasi impresa, come anche partire, di venerdì e di martedì


Guai e pene, chine l’ha s’’e tene

Problemi e dolori sono di chi li vive


Va’ ppe ajùtu e trova perrùpu

Chi cerca aiuto spesso trova solo chi lo butta ancora più giù


‘Un rìdere d’ ‘u mio dulure, ca’ quandu ‘u mio è viacchju ‘u tue è nuavu

Non ridere del mio problema, perché presto il mio starà passando e il tuo inizierà


Chillu chi ‘un vue all’uartu te nasce

Ti capita sempre quello che non vorresti


Chine lassa la via vecchja ppe la nova, trìvuli lassa e malanova trova

Chi lascia la via vecchia per la nuova, lascia guai e trova sfortuna