Non è una delle nostre strade principali via Rizzi, ma provate a fare una passeggiata appena il tempo lo permetterà… a piedi vi consiglio o in elicottero.

C’è da prima di Natale nel tratto di monte della discesa per Rizzi una perdita della fognatura, successiva allo scavo per la stesura delle tubazioni per il metano. L’acqua sporca che sgorga con una certa consistenza ha scavato un canyon e scorre lungo la discesa riversandosi poi nella cunetta.
In fondo se ne va, come tutte le acque bianche alla “fhuntana vecchia”. Ve lo ricordate il manufatto di cemento che era stato realizzato per incanalare e stabilizzare l’area circostante la sorgente di Rizzi? È diventata una piscina!

La segnalazione della rottura è stata effettuata verbalmente e più volte mi è stato risposto: lo sappiamo.

Allora forse provvederanno, un cittadino pensa, e invece sono oltre tre mesi e la perdita è ancora lì.

Ho utilizzato anche i mezzi più moderni, visto che il nostro Comune ha un attivo profilo su facebook, il social network più famoso del momento, ma in questo modo non si sono sprecati nemmeno a darmi una risposta.

Dobbiamo aspettare le belle giornate per sentire anche la puzza? Oppure peggio che venga contaminata la falda e rischiamo un inquinamento ambientale? Oppure che qualcuno prenda un’infezione?

Per non parlare delle nostre macchine che ormai sono ridotte a pezzi dalle buche di cui il paese è disseminato.