L’Assemblea pubblica sul Bilancio, convocata dal Sindaco (nonché attuale responsabile dell’ufficio ragioneria), è stata rinviata a data da destinarsi per scarsa partecipazione. Solo una decina di cittadini si sono presentati (di cui 5 in rappresentanza della sezione locale del P.R.C.).
Non c’era da aspettarsi granché considerati i tempi troppo brevi di convocazione e l’assenza di cura sulla comunicazione: un manifestino formato A3 affisso solo tre giorni prima e la pubblicazione on-line di una copia striminzita del bilancio previsionale, senza nessuno strumento di supporto per i non addetti ai lavori.
Da registrare anche la totale assenza di consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza.

La solita farsa sull’incoraggiamento della cittadinanza attiva, che negli ultimi tempi è diventata un’abitudine della nostra amministrazione, vedi riunioni per il Parco del Reventino, convocate dall’oggi al domani senza permettere alle persone interessate di organizzarsi veramente.

Il P.R.C. invita comunque i decollaturesi a presentarsi all’incontro che dovrebbe svolgersi la prossima settimana perché la partecipazione diretta, anche se male organizzata, è necessaria per far crescere la consapevolezza generale della popolazione che deve sfruttare al meglio queste occasioni per farsi sentire.

In merito all’attuale bilancio in attesa di approvazione, va messo l’accento sul sostanzioso aumento delle risorse stanziate, quasi il triplo rispetto agli altri anni! A quanto pare dobbiamo aspettarci i soliti botti di fine serata: una nuova rinascita in grande stile!

I decollaturesi ci cascheranno di nuovo o si farà ricorso al buonsenso?