Un’associazione con finalità culturali e di promozione sociale. Nasce a Decollatura l’Associazione “La NOSTRA Verde Valle”, rappresentata da Mario Tomaino, che ricoprirà il ruolo di Presidente, Angelo Godino Vice Presidente, Domenico Tramonti Segretario e Luigi De Grazia Tesoriere.
«la volontà di darci da fare per la comunità- ci spiega il Presidente Tomaino- ci ha spinto a voler creare un movimento che possa rappresentarci nel migliore dei modi, e possa con il tempo, svolgere le finalità che ci siamo prefissi».
Numerosi gli obiettivi dell’associazione, che mira a divenire una “factory” di idee realizzabili e quindi concrete«l’importanza di voler realizzare un qualcosa di buono è alla base di tutto, e di solito la passione e l’impegno sono il punto d'appoggio di qualunque cosa che tentiamo di proporre. Nella nostra comunità manca un punto di incontro reale, un luogo di scambio di pensiero che possa accogliere chiunque indipendentemente da classi sociali o appartenenze di ogni genere, promuovere un proficuo impiego del tempo libero attraverso iniziative sportive, culturali, turistiche, ricreative e d’impegno sociale partecipativo in genere. Promuovere e diffondere- prosegue Tomaino- iniziative tese alla tutela del territorio, delle risorse ambientali che il nostro paese offre, e che in questi ultimi anni sono state completamente “annientate”, facendo divenire il nostro centro quasi una discarica a cielo aperto. E importante- prosegue- che ogni forma di associazionismo possa aggregare e nello stesso tempo rendersi partecipe concretamente del tessuto sociale dell’intera comunità e, noi crediamo, che la tutela del territorio sia di fondamentale importanza per lo sviluppo di un’ intera area». La neo associazione, seppur nata da poco, ha già numerose richieste di partecipazioni«è importante sottolineare- spiegano i componenti della stessa- come nonostante ancora il nostro movimento sia appena stato creato sono davvero numerose le richieste di adesione da parte, e questo ci fa davvero piacere, anche di moltissimi giovani a testimonianza di come coloro che rappresentano il futuro vogliano divenire i primi attori, intanto, del proprio presente - concludono- senza rimanere dietro le quinte da spettatori»