Switch-Fff CalabriaLa Calabria si appresta al passaggio dalla vecchia tv analogica alla televisione digitale terrestre, il passaggio coinvolgerà la nostra regione dal 4 al 15 giugno.
Ecco il calendario dello Switch-off:
Dal 4 al 6 giugno - COSENZA e provincia; il 7 giugno - CROTONE e provincia; l'11 giugno - CATANZARO e provincia; il 12 giugno - Parte ionica della provincia di REGGIO CALABRIA; il 15 giugno - VIBO VALENTIA, REGGIO CALABRIA e parte della provincia.

Il Nostro Comune sarà interessato al passaggio in digitale nei giorni 6 giugno e 11 giugno.

Le emittenti che passeranno in digitale il 6 giugno sono: Canale5, Italia1 e Retequattro, mentre i canali RAI1, RAI2 e RAI3 passeranno in digitale l'11 giugno.

La RAI trasmetterà in digitale terrestre dal ripetitore di "Monte Eremita" (Colla), mentre Mediaset e reti private dal ripetitore di "Monte Reventino".

I canali da sintonizzare sono il canale 35 per il MUX 1 della RAI, e canale 49 per il MUX MDS4 di Mediaset. Saranno in seguito installati altri MUX per ricevere gli altri canali di RAI, Mediaset ed emittenti private.

Per ricevere le suddette emittenti, se l'impianto di ricezione esistente (antenne, amplificatore, cavo di discesa, ect.) è in buone condizioni, non bisogna fare niente, anzi si potrà togliere l'antenna utilizzata attualmente per ricevere RAI1, quindi avremo nel nostro impianto due antenne in banda UHF (quelle usate adesso per vedere RAI2, RAI3, Mediaset ed emittenti private), puntate rispettivamente una sul ripetitore RAI di "Monte Eremita" ed una sui ripetitori di Mediaset ed emittenti private regionali su "Monte Reventino".

Per chi invece ha una ricezione pessima, il consiglio e di contattare un antennista per sistemare l'impianto.

Oltre all'impianto di ricezione, per continuare ad avere visione dei canali RAI, Mediaset ed emittenti private regionali, bisogna acquistare un televisore di nuova generazione con tuner digitale integrato, oppure si può acquistare e collegare al vecchio televisore un decoder per il digitale terrestre.

Per chi decide di acquistare un decoder, lo Stato eroga un contributo di 50 euro ai cittadini, in regola con il pagamento del canone di abbonamento al servizio televisivo pubblico, che non ne abbiano già usufruito in passato, di età pari o superiore a 65 anni (da compiersi entro il 31/12/2012) e che abbiano dichiarato nel 2011 (redditi 2010) un reddito pari o inferiore a euro 10.000, a decorrere dal 10 aprile 2012.
Il contributo consiste in una riduzione del prezzo complessivo del decoder, Iva inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale.

L'importo verrà rimborsato al rivenditore. Il contributo inoltre non può essere corrisposto più di una volta per ciascun cliente e non può superare in alcun caso il prezzo di vendita.

Per maggiori informazioni: www.decoder.comunicazioni.it

  

© Riproduzione riservata