logo-idv-decollaturaIl  Presidente  del  Consiglio  Comunale  Francesco  Bonacci,  referente  locale  di  IDV,  ha  risposto  ad  alcune  interrogazioni  sollevate  da  una  parte  della  minoranza.

In merito alle previste entrate IMU ha sottolineato "parlano di gettito previsto IMU di 211.000 Euro inferiore secondo loro a quello dell’ICI che risultava di Euro 230.000. Ma il sindaco in consiglio ha questi numeri: i 230.000 Euro dell’ICI erano comprensivi di 160.000 Euro di entrate ICI relativi al gettito corrente più 70.000 Euro di tributi recuperati per gli anni precedenti. Pertanto la somma di 211.00 Euro di IMU prevista è superiore al vecchio gettito di 160.000 Euro".

Francesco Bonacci"Per quanto riguarda l’anticipazione di cassa -prosegue Bonacci- la previsione è di 300.000 Euro, in passato pare avessero come anticipazione 500.000 Euro. Ricordo ancora le parole dell’ex sindaco in occasione della conferenza stampa che organizzò una parte della minoranza nel dicembre scorso in un locale in via Sorbello dove ero presente per buona parte dell’evento. In quella circostanza, ricordo bene, contestarono a questa Amministrazione il mancato pagamento della tredicesima ai dipendenti comunali, e che tale pagamento si sarebbe potuto fare proprio con l’anticipazione di cassa. Questa Amministrazione ad oggi non ha utilizzato nessuna anticipazione pur avendola prevista. Trovo pertanto poca coerenza politica: prima si critica perché non vi è prevista l'anticipazione, poi se la si prevede la si contesta. Certamente le somme destinata alla cultura nell’ambito sportivo e ricreativo non sono molte, ma quello che mi chiedo è: perché invece di parlare di cattiva amministrazione, non si sono chiesti come mai non ci sono risorse?"

Il Presidente, pur ritenendo interessante una sua delega alla Comunità montana ha fatto presente che non sarebbe stata possibile attuarla come previsto dal regolamento Comunale.

"Le risposte fornite –ha sottolineato Francesco Bonacci- sono state date in qualità di referente locale di Italia dei Valori", come si evince dal sito regionale di IDV "il bilancio è soddisfacente malgrado i debiti ereditati dal passato".

"L’accusa di cattiva gestione dell’ente –spiega il Presidente del Consiglio Bonacci- è priva di fondamento; se poi aver assunto 12 lavoratori socialmente utili dopo 14 anni di precariato e di nullità umana vuol dire cattiva amministrazione allora sono d’accordo con loro, se aver acquistato un autocompattatore e aver ridotto le spese per la raccolta differenziata di oltre 8000 euro al mese vuol dire cattiva amministrazione sono d’accordo con loro e se aver pagato oltre 450.000 Euro di debiti vecchi, vuol dire cattiva amministrazione sono d’accordo con loro".

Commenta inoltre sulla raccolta differenziata, sul problema Enel, dei telefoni cellulari, sulle continue richieste di pagamento che arrivano giornalmente tramite studi legali e che riguardano debiti pregressi, e proprio per questi motivi riferisce che il Sindaco ha nominato l'assessore esterno competente in materia, la Dottoressa Deborah Chirico.

"Necessita pertanto -sostiene Bonacci- una condivisione totale di tutte le forze in campo per far emergere e valorizzare tutte le positività, che Decollatura ha, evitando ogni spreco come nel passato" ed in merito cita il debito pignorato e riconosciuto relativo al piano regolatore mai fatto che è costato alle casse del Comune 106.000 Euro ed oltre 18000 Euro di spese legali.

Quante cose si sarebbero potute fare con tale somma per esempio? Le potenzialità ci sono le forze sane e nuove ci sono e tutti dovremmo avere l’obiettivo finale di migliorare Decollatura in tutti i settori.

  

© Riproduzione riservata