no-parco-eolico-reventinoDi cosa si parla? Del più grande impianto eolico d’Europa dislocato su un crinale che dall’istmo di Marcellinara arriva fino a Motta Santa Lucia e oltre, con centinaia di pale eoliche per una potenza di oltre 600 Mw. Queste enormi torri, alte come palazzi di 20 piani, andranno a “rimpiazzare” castagneti, oliveti e faggete ridisegnando albe e tramonti e modificando irrimediabilmente i nostri territori.

Questo è lo scenario che ci indicano!

Ridotti a periferie dove non esistono i servizi, non c’è il lavoro e manca qualsiasi prospettiva futura ed utilizzati solo come bacino di saccheggio per risorse ambientali ed umane dimenticando, forse, che si esporta il 70%, circa, dell’energia prodotta.

La Calabria sta già pagando un prezzo troppo alto nello sfruttamento delle risorse naturali.

Gli enormi impianti del crotonese e del versante sud dell’istmo di Marcellinara hanno causato danni ingenti in termini di dissesto idrogeologico, di problemi sanitari per le popolazioni locali, ma anche un forte impatto sulla biodiversità e sulla vita ed il comportamento dell’avifauna stanziale e migratoria. A ciò si aggiunge una distruzione incontrollata del patrimonio ambientale e paesaggistico causata dai giganteschi elettrodotti creati in lungo ed in largo sui nostri territori per trasferire l’energia elettrica prodotta fuori regione.

Per impedire ciò dobbiamo far sentire la nostra voce, quella di migliaia e migliaia di persone che hanno fatto una scelta difficile, quella di vivere in zone interne e svantaggiate.

Ci dobbiamo mobilitare contro la costruzione di questi impianti che, tra l’altro, come evidenziato in numerose inchieste della magistratura, sono spesso in odor di “ndrangheta”.

Abbiamo iniziato con una assemblea pubblica a Platania dove si è costituito il primo nucleo di un comitato contro l’eolico.

L’auspicio di tutti è quello di portare la protesta in tutti i comuni interessati invitando abitanti, sindaci e amministrazioni a prendere una posizione forte e precisa contro questo ennesimo ed inutile scempio.

Comitato NO EOLICO Reventino
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
FB No all’eolico sul Reventino