San Francesco di Paola

San Francesco di Paola
Un grande evento spirituale ha coinvolto ed emozionato l’intera comunità di Casenove, frazione del Comune di Decollatura.
In occasione delle celebrazioni del 5° centenario del pio transito di S. Francesco di Paola, il Signore sparse nel terreno spirituale di questa comunità un seme di grazia che piano piano germogliò.
Il pellegrinaggio a Paola, culla del Santo, organizzato per l’occasione, la visita al santuario, ai luoghi che respirarono la santità del taumaturgo e che da essa furono pervasi, il saluto e l’omaggio alle reliquie là custodite, la pace che invade l’animo del pellegrino alla ricerca di quiete e grazia, permisero al germoglio di crescere.
Padre Ottavio dei Minimi che predicò i tredici venerdì di S. Francesco facendo conoscere la vita e la spiritualità del Santo, parlò dell’Ordine dei Minimi e in particolare dei Terziari.
La grazia della visita nella nostra comunità delle reliquie di S. Francesco di Paola, evento storico per l’intero Comune di Decollatura, contribuì acché da quel germoglio incominciasse a spuntare una pianticella timida e fragile, ma nello stesso tempo, tenace nel perseverare a voler diventare pianta nel giardino del Terz’Ordine dei Minimi. Iniziò a crescere nel cuore di alcuni parrocchiani il desiderio di conoscere meglio la vita del Santo di Paola ed il Terz’Ordine da lui fondato. A questo scopo gli aspiranti novizi hanno intrapreso un cammino di formazione, durato due anni, durante il quale hanno maturato la loro intima scelta, studiando la Regola, le Costituzioni ed il Direttorio del Terz’Ordine. In questo cammino di formazione sono stati guidati, istruiti, incoraggiati con dedizione ed amorevole francescana carità dalla Correttrice Provinciale del TOM Sig.ra Teresa Paonessa e dalla Segretaria del TOM di Sambiase Sig.ra Elisabetta Mercuri, alle quali va tutta la riconoscenza e la gratitudine dei neo-professi.
Un particolare grazie va a Padre Vincenzo Arzente il quale nel ritiro che ha preceduto la professione, svoltosi il 6 luglio nella chiesetta della Madonna di Porto Salvo, ha fugato ogni loro dubbio e li ha incoraggiati a rispondere alla chiamata di S. Francesco.
terziari-decollaturaSi è giunti così alla data dell’11 luglio 2009, una data importante per la comunità di Casenove, perché il Signore nella sua immensa bontà ha voluto farle dono di una particolare grazia: quattro parrocchiani Colacino Francesca, Gigliotti Antonella, Pascuzzi Maria, Butera Walter ed il parroco Don Pasquale Di Cello, sono entrati a far parte della grande famiglia del Terz’Ordine dei Minimi.
Per l’occasione della professione, si è svolta nella nostra chiesa, dedicata alla S. Vergine Assunta, una suggestiva cerimonia religiosa con la celebrazione della S. Messa presieduta dal Padre Assistente p. Aldo Imbrogno e concelebrata da p. Ottavio Piccolo dell’Ordine dei Minimi e dal nostro parroco Don Pasquale Di Cello. Durante la celebrazione Eucaristica si svolto il rito della professione. I cinque aspiranti hanno fatto la loro professione nelle mani del celebrante e hanno ricevuto dalle mani della Correttrice Provinciale e dal Correttore di Fraternità di Sambiase Sig. Antonio Mamertino lo scapolare ed il cordone francescano, che caratterizzano e distinguono i confratelli terziari.
Sono così entrati a far parte della grande famiglia dei Minimi fondata dal Padre S. Francesco di Paola. Essendo il loro numero insufficiente per costituire una nuova fraternità, i cinque nuovi terziari sono stati accolti nella fraternità di Sambiase. La S. Messa è stata preceduta dalla preghiera del S. Rosario, dalle litanie, da canti e dai Vespri in onore del Santo Paolano. Per l’occasione, dalla vicina Sambiase, un folto gruppo di terziari ha partecipato alla funzione che in alcuni momenti ha commosso i professandi e l’intera assemblea. Si sono stretti attorno ai nuovi confratelli, formando un’unica famiglia e testimoniando con la loro presenza, l’umano affetto e, soprattutto, la spirito della fratellanza in Cristo Gesù e in S. Francesco di Paola. La celebrazione si chiusa con il rito di rinnovo della professione per tutti i terziari minimi presenti.
La comunità parrocchiale di Casenove, in segno di gratitudine a S. Francesco, di ringraziamento e di amicizia alla Fraternità ed alla comunità di Sambiase, ha voluto partecipare, con un modesto contributo all’acquisto di un nuovo reliquiario.

San Francesco di Paola

San Francesco di Paola